“Esposizione fotografica” di Alessio de Zotti

Aperitivo a colori

Sempre più spesso i giovani artisti emergenti faticano a trovare visibilità. Gli spazi espositivi a costo zero o, quantomeno, a costo ridotto sono pochissimi a fronte d’una richiesta molto elevata. Associazioni culturali e fondazioni soffrono la presenza, sempre maggiore, delle gallerie private e in una città come Venezia questa difficoltà è particolarmente sentita.

Fortunatamente, oggi, molti locali pubblici della città lagunare aprono le porte e offrono le loro pareti a giovani artisti. Con frequenza crescente in pub, bar, vinerie e “bacari” è possibile godere dei servizi classici dei locali di ristoro essendo però circondati da piccole ma significative esposizioni d’ogni tipo di disciplina artistica. Questo è proprio il caso dell’English Pub “L’Olandese Volante” a S.Lio (presso il ponte di Rialto) e dell’esposizione fotografica di Alessio de Zotti che è ospitata al suo interno.

Fotografo esordiente del panorama artistico veneziano, Alessio De Zotti (1978), presenta per la prima volta al pubblico una serie di scatti a colori dagli intensi contrasti cromatici e dalla particolare accuratezza tecnica.
Il colore della laguna, i suoi riflessi e i suoi paesaggi palustri. Il colore dei tetti e delle tegole che tagliano il cielo. Ma anche il colore caldo e vivo della sabbia che rimanda a stagioni fatte di nostalgie e ricordi fanno si che i colori siano gli animi palpitanti e i veri protagonisti di queste immagini.

Il linguaggio che De Zotti utilizza è fondato sull’elaborazione del colore nitido e “secco” che si espande oltre l’immagine stessa. Il colore diviene rappresentazione di sentimenti e sensazioni che fuoriescono dalla piattezza delle due dimensioni. Nuove tonalità e nuovi soggetti divengono, così, un’esplorazione degli angoli più intimi e nascosti del vivere nello spazio cittadino.

Curate nei dettagli, nella forma e nella realizzazione queste foto dalla perizia tecnico-espressiva notevole, però, non vengono supportate adeguatamente da un’accurata ricerca nell’impostazione espositiva che risulta essere decisamente non adeguata, frettolosa e posticcia tanto da togliere merito alle foto stesse. Ammettendo che lo spazio espositivo non è la Galleria Temporanea della Guggenheim, e che il fotografo non è Cartier-Bresson, va però detto che Alessio De Zotti e le sue foto hanno comunque qualcosa da dire e col tempo, l’esperienza e qualche piccola miglioria, riusciranno sicuramente a dirlo.
L’esposizione sarà visibile fino alla fine del mese di Marzo.

“ESPOSIZIONE FOTOGRAFICA” di ALESSIO DE ZOTTI
Venezia, English Pub “L’Olandese Volante”,
San Lio (presso il ponte di Rialto)
Dal 2 febbraio 2006 al 3 aprile 2006
Ingresso libero
Orari di visita h.16.00 – 02.00, Aperto tutti i giorni (tranne il Lunedì)