“FAISON UN RÊVE” “FACCIAMO UN SOGNO” DI Sacha Guitry

L'amore al tempo del vaudeville

Bernard Murat porta sulle scene la commedia di Guitry, un tardo vaudeville che non smette, però, di divertire.

Davanti ad un triangolo amoroso moglie-marito-amante ci sono diversi modi di reagire. I drammi borghesi e le tragedie sentimentali rispondono mettendo a nudo l’aridità della vita coniugale, la distruzione della famiglia e dell’idea stessa di amore. Il vaudeville, invece, ridicolizza gli atteggiamenti dei mariti traditi e degli amanti ‘sospirosi’ e rappresenta una tradizione tutta francese che nasce con l’intento di ridere di una pratica assolutamente diffusa.

Faison un rêve – Facciamo un sogno di Sacha Guitry è un piccolo gioiello tardo di questo genere così vivo e brillante lungo tutto il corso dell’Ottocento. Scritto all’inizio del Novecento, non ha nulla da invidiare ai testi più classici di Feydeau e di Labiche, di quella tradizione che Guitry dimostra di conoscere bene e di saperla adattare alla realtà storica e sociale di primo Novecento, tra telefoni, macchine che si fermano ai semafori facendo impensierire gli amanti che aspettano l’amato. Il testo di Guitry, però, non è solamente una brillante commedia basata sul non-sense, ma anche una piccola rivoluzione nel genere del Théâtre de boulevard con il lungo monologo che costituisce l’intero atto secondo, struttura praticamente replicata anche nel quarto, che solitamente non viene rappresentato.

Il cast sostiene con brillantezza e vivacità il testo, senza lasciare nemmeno una battuta al caso e rispettando i tempi frenetici imposti dalla piece.
Pierre Arditi è un amante spassoso che davanti all’amata di lancia in slanci d’amore e in una catena di parole d’amore, ironizzando l’eccessiva passione amorosa di simili personaggi. Clotilde Courau è una moglie spigliata, innamorata dell’amante e senza troppi impeti romantici. Martine Lamotte è un perfetto marito fuori dal mondo, babbeo, ma felice della sua condizione.

La regia di Bernard Murat rende godibilissimo uno spettacolo in cui gli amanti sono così disincantati da dire che è molto meglio passare due giorni assieme – come amanti – che una vita come coniugi.

Faison un rêve di Sacha Guitry
Regia di Bernard Murat – Scene: Nicolas Sire – Costumi: Dominique Borg – Musiche originali: Benjamin Murat

Con: Pierre Arditi, Clotilde Courau, ,Martine Lamotte, e Yves La Moign’.
www.theatreedouard7.com