Festa di Roma, Bettini lascia

Presto il nuovo presidente

Pochi giorni di tempo per “tratteggiare la strada” della Festa del Cinema dopo che il presidente Goffredo Bettini ha ribadito al sindaco di Roma Gianni Alemanno la “disponibilità e decisione di lasciare la presidenza, al fine di sgombrare il campo da ogni possibile polemica e strumentalizzazione politica”.

La disponibilità data da Bettini è stata letta da Alemanno, al termine dell’incontro avvenuto ieri con l’esponente del Pd, come “un sacrificio per la prosecuzione di questa esperienza”.

Una disponibilità confermata dallo stesso Bettini in serata. “Nei prossimi giorni mi dimetterò – ha detto – Mi dispiace perchè la Festa del Cinema è stata una esperienza bellissima, che si può dire che io ho costruito da zero insieme ad altri. Però capisco anche che il coordinatore nazionale del Pd può creare qualche elemento di strumentalizzazione o polemica politica ed io voglio che non ci sia, perchè voglio salvare la Festa e non la mia poltrona”.

La Festa del Cinema comunque continuerà. Il sindaco della capitale, al termine dell’incontro, si è detto “ottimista che i problemi si siano risolti”. A far quadrare il cerchio anche l’annuncio di Alemanno di un nuovo assetto, a breve, della fondazione. La festa, fortemente voluta dall’ex sindaco della capitale Walter Veltroni e bistrattata dal centrodestra capitolino, sin da quando era all’opposizione, è stata nel mirino di Alemanno durante la campagna elettorale.

Una festa alla quale il sindaco di Roma ha sempre detto di voler mettere mano a cominciare dal presidente. Il primo nome che era circolato per la sua guida era quello del regista Pasquale Squitieri, anche se negli ultimi tempi si era fatto con maggiore insistenza quello del presidente della Camera di commercio di Roma Andrea Mondello. [da kataweb.it]