“Gordos” di Daniel Sánchez-Arévalo

Una grossa grassa commedia spagnola

Giornate degli Autori

Senza vergogna, senza paura, Gordos mette a nudo i suoi protagonisti che sono prima di tutto grassi, ed inoltre seriamente intenzionati a perdere peso. Da questa condizione comune il regista Daniel Sanchez Arevalo, autore già noto a Venezia per aver presentato la sua prima opera nel 2006 nella sezione “Giornate degli autori”, costruisce una commedia dolceamara, nella quale ogni personaggio nasconde dentro di sé una persona diversa che lo spettatore ha il compito di scovare nella ragnatela costruita abilmente dal regista in quasi due ore di film.
I cinque protagonisti si incontrano durante una terapia di gruppo, guidata da Abel, riservata alle persone obese.

Tenendosi lontano dai consueti rimedi tradizionali di medici e nutrizionisti, l’ambiguo terapista inizia la cura sondando accuratamente le ragioni che rendono dipendenti dal cibo i suoi pazienti. Così scopriamo che Enrique è un omosessuale e testimonial di pillole dimagranti; desidera dimagrire per continuare a fornire la propria immagine alla pubblicità. Leonor è ingrassata dopo che il suo compagno si è trasferito lontano per lavoro e teme che egli quando tornerà a casa non sarà in grado di amarla come quando era magra. Sofia invece sta per sposarsi con un fervente religioso con il quale non ha mai avuto rapporti sessuali, e crede che sia soprattutto il suo corpo ad inibire la libido del suo fidanzato. Ed infine Alex, che alla soglia dei 50 anni teme di morire, come tutti i suoi parenti, per problemi legati all’obesità. E’ padre di una ragazza continuamente sbeffeggiata dal magro fratello gemello per il suo peso.

Sono tutte storie che cercano di penetrare con empatia e comprensione nelle difficoltà quotidiane che un obeso deve affrontare in una società, quella Occidentale, ossessionata dalla forma fisica perfetta. La prima regola, sentirsi bene con se stessi rendendosi piacevoli agli altri, è un monito valido per magri e grassi. Questo film non fa altro che contraddire, paradossalmente, la convinzione che per star bene sia sufficiente migliorare la propria immagine esteriore. Il nostro aspetto può essere, come in questi casi, spia di un disagio che investe la famiglia, le relazioni, la professione, una gabbia che intrappola la persona che sentiamo di voler essere.

Una prova coraggiosa e faticosa per il regista spagnolo (impegnato anche nella scrittura della sceneggiatura) così come per gli attori, costretti a un regime dietetico a misura di copione. Un lavoro intelligente permeato da una costante ironia per alleggerire la riflessione sin troppo sincera su uno dei temi più scottanti delle società del benessere.

Titolo originale: Gordos
Nazione: Spagna
Anno: 2009
Genere: Commedia
Durata: 120′
Regia: Daniel Sánchez-Arévalo

Cast: Antonio de la Torre, Raúl Arévalo, Roberto Álamo, Fernando Albizu, Pilar Castro, Teté Delgado, Roberto Enríquez, Leticia Herrero
Produzione: Tesela
Data di uscita: Venezia 2009