“Harper’s Island”

Uno dopo l'altro

Dimenticate per un attimo l’isola di “Lost” e i suoi misteri. Nell’ultima stagione televisiva c’è stata un’altra isola al centro delle congetture di milioni di americani: parliamo di Harper’s Island, un luogo dove 7 anni fa successe qualcosa di terribile. E oggi quel qualcosa… sta per accadere di nuovo.

E se i preparativi di quello che dovrebbe essere il giorno più bello della tua vita diventassero invece un interminabile e atroce incubo? È più o meno quello che si ritroveranno a vivere Henry e Trish, promessi sposi che hanno organizzato il loro matrimonio ad Harper’s Island, luogo dove lui da bambino trascorreva le vacanze estive. Allestita una barca con tutti gli invitati, Henry (Christopher Gorham, irriconoscibile rispetto al personaggio – sempre Henry – da lui interpretato in Ugly Betty) e Trish (Katie Cassidy, vista già nella terza stagione di Supernatural nel ruolo della demonessa Ruby, e tra i protagonisti del prossimo remake di Melrose Place) salpano alla volta dell’isola, dove intendono cominciare la propria vita coniugale con un matrimonio da favola. Ma non hanno fatto i conti con il passato.

Su quell’isola infatti, 7 anni prima, si verificò una serie di brutali omicidi, tra cui quello della moglie dello sceriffo Mills (Jim Beaver, visto anche lui in Supernatural e in Day Break). È da allora che la loro figlia Abby (Elaine Cassidy), migliore amica di Henry, manca da casa. Ma proprio il suo ritorno, in qualità di invitata al matrimonio, sembra coincidere con una nuova serie di delitti misteriosi. Ad uno ad uno, infatti, gli invitati cominciano a sparire, protagonisti di morti spettacolari e certamente dolorose. Sembra quasi che John Wakefield, l’assassino di allora che era stato ucciso dallo sceriffo, sia tornato a colpire. E ben presto i nostri protagonisti, o perlomeno quelli che sono ancora in vita, capiranno che dovranno lottare se vogliono salvare la pelle.

Descritta da molti come un incrocio tra il romanzo di Agatha Christie Dieci piccoli indiani e la saga cinematografica horror Scream, Harper’s Island è una miniserie in 13 puntate che nell’estate 2009 ha appassionato gli spettatori americani. L’ambientazione suggestiva e una serie di personaggi accattivanti contribuiscono a renderla una serie piacevole, senza troppe pretese, che sa intrattenere e anche spaventare. E se all’inizio con gli omicidi si va un po’ troppo alla ricerca dell’effetto “splatter”, negli episodi finali le morti di personaggi importanti diventeranno assai coinvolgenti e commoventi.

Certo, Harper’s Island non è un capolavoro. All’inizio ci mette un po’ a carburare, a volte è prevedibile e poco originale, e ogni tanto ha qualche “buco di sceneggiatura” che si risolve magari con una forzatura. Ma si guarda con piacere, oltretutto crescente (negli Usa il finale è stato l’episodio che ha ottenuto più ascolti), e alla fine di quelle 13 ore si sentirà la mancanza di più di qualche attore. Un esperimento indubbiamente originale, che a conti fatti può dirsi più che riuscito.

TITOLO ORIGINALE: Harper’s Island
PRIMA TV USA: 9 aprile 2009 – CBS
PRIMA TV ITALIA: 6 settembre 2009 – Rai Due
IDEATORE: Ari Schlossberg
PRODUTTORI: Jon Turteltaub, Jeffrey Bell.
CAST: Elaine Cassidy (Abby Mills), Christopher Gorham (Henry Dunn), Katie Cassidy (Trish Wellington), Cameron Richardson (Chloe Carter), Adam Campbell (Cal Vandeusen), C.J. Thomason (Jimmy Mance), Jim Beaver (Sceriffo Charlie Mills).