Il Cinema italiano alla 56a Berlinale

Cinque titoli per l’Italia in selezione ufficiale, di cui due coproduzioni ed un cortometraggio, due documentari in Forum ed una giurata nella First Features Award Jury

A tre settimane dall’apertura della 56ª Berlinale ecco tutti i titoli della presenza italiana al Festival: Romanzo Criminale di Michele Placido, prodotto da Cattleya, Warner Bros. Italia, Babe Films e Aquarius Film sarà in corsa per l’Orso d’Oro mentre La tigre e la neve di Roberto Benigni sarà presentato fuori concorso. Panorama presenterà come evento di apertura di Panorama Special Derecho de Familia di Daniel Burman (già vincitore di due Orsi d’Argento nel 2004 con El abrazo partido) una coproduzione Argentina/Italia/Francia/Spagna, prodotto per l’Italia dalla Classic di Amedeo Pagani.

Sempre in Panorama troviamo la produzione italo/cinese – Marco Muller per Downtown Pictures, Istituto Luce, Rai Cinema e Good Tidings – La guerra dei fiori rossi di Zhang Yuan, tratto dal romanzo del grande scrittore dissidente Wang Shuo; tra i corti di Panorama l’Italia sarà rappresentata da Davide Pepe con il suo Little Boy. In Forum sono stati selezionati i documentari Babooska di Tizza Covi e Rainer Frimmel (Austria/Italia) e Inatteso di Domenico Distillo, prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia.

Infine la Retrospettiva Dream Girls. Film Stars of the Fifties dedicato alle eroine dello schermo degli anni ’50 omaggerà con un programma di 45 titoli 30 attrici internazionali tra le quali Anna Magnani e Sophia Loren (tra i titoli Bellissima e Le notti bianche di Luchino Visconti, Peccato che sia una canaglia di Alessandro Blasetti e Viaggio in Italia di Roberto Rossellini). Tra le novità della 56a edizione c’è il First Feature Award, un premio di 25.000 Euro per la migliore opera prima presentata al festival che sarà assegnato da una speciale giuria espressamente dedicata a questo premio, composta da 3 giurati tra cui la nostra attrice Valentina Cervi.

Inoltre James’ Run – The Shabu Crackdown scritto e diretto da Alfredo Covelli, rappresenterà l’Italia al Co-production Market. Infine Riccardo Scamarcio è il nominato per gli Shooting Star – piattaforma di lancio internazionale per i giovani attori europei emergenti – che anche quest’anno l’European Film Promotion presenta all’interno della Berlinale con un programma di 3 giorni fitto di incontri con casting agents internazionali, giornalisti e produttori, e che culminerà con la premiazione nel Berlinale Palast. Ricordiamo, tra gli eventi collaterali del Festival, la serata di gala organizzata il 13 febbraio da Cinema for Peace nell’ambito della quale sarà proiettato All the Invisibile Children, film corale diretto da Mehdi Charef, Emir Kusturica, Spike Lee, Katia Lund, Jordan & Ridley Scott, Stefano Veneruso e John Woo, da Chiara Tilesi, MK Productions con Rai Cinema e il Ministero degli Affari Esteri e patrocinato da UNICEF e World Food Program.

“Siamo particolarmente orgogliosi” ha dichiarato Giovanni Galoppi Presidente di AIP-Filmitalia “che un film importante come Romanzo Criminale di Michele Placido abbia trovato la sua giusta visibilità internazionale nel concorso del Festival di Berlino. E’ un riconoscimento che premia tutti coloro che credono nel cinema italiano e operano per affermare l’identità e il valore della nostra cinematografia all’estero”.