“Il Grande e Potente Oz” di Sam Raimi

Ma quando arriva Dorothy?

Oscar Diggs, per tutti Oz (James Franco), è un mago del Kansas, un ciarlatano illusionista ed egoista dongiovanni, che gira per circhi e fiere con qualche buon trucco reso affascinante dal suo sorriso sornione.
Dopo aver circuito l’ennesima donzella, deve scappare delle ire di un massiccio fenomeno da circo; trova rifugio dentro una mongolfiera, ma viene trascinato verso una tempesta. Finito, letteralmente, nell’occhio del ciclone, è trasportato nel magico regno di Oz.

Ora, il suo arrivo coincide con una profezia che narra di un grande mago, che renderà libero il popolo di Oz e la Città di Smeraldo da una malvagia strega, che uccise il legittimo re.
Il sedicente mago finge di stare al gioco, pensando di caversela con poco, anche perché la sua ricompensa non solo sarà il trono di Oz, ma un fortino d’oro che farebbe invidia a zio Paperone.
Oz ha passato la sua vita a ingannare e raggirare, quindi è dell’avviso che qualche moina insieme al suo “carillon” da battaglia siano sufficienti a far credere alle due affascinanti e seducenti streghe, Evanora (Rachel Weisz) e Theodora (Mila Kunis), di essere lui il mago che tutti aspettano.

Le due streghe affidano a Oz il compito di uccidere la Strega Cattiva.
Imboccato il sentiero dei mattoni gialli, insieme a una scimmia volante, vestita come il facchino di un hotel, e ad una deliziosa bambolina di porcellana, il mago si mette in viaggio per distruggere la bacchetta della strega. Ma quando finalmente trova la candida Glinda (Michelle Williams), scopre che non è lei la Strega Cattiva; anzi, appreso che lui di magico e potente ha ben poco, Glinda, la strega buona, lo aiuterà a credere in sè stesso e ad essere meno egoista, per aiutare il suo popolo a sconfiggere la vera Strega Cattiva.

Sam Raimi dirige il prequel del Mago di Oz, cioè di come il mago di Oz è arrivato nel regno di Oz.
L. Frank Baum, nei primi Anni Venti, ha ambientato ben quattordici romanzi a Oz, ma non ha mai raccontato completamente le origini del del mago. Si sa solo che il Mago di Oz è un furfantello, un prestigiatore da strapazzo – e in questo James Franco è stato eccellente nel rendere il personaggio.
Quello di Raimi è fantasy privo della narrazione fantasy, con un eccellente 3D, visivamente ben costruito, per carità, ma per la maggior parte delle due ore e passa ci siamo chiesti continuamente “ma quando arriva Dorothy?” ben sapendo che non sarebbe arrivata.

L’apertura in bianco e nero de Il Grande e Potente Oz inevitabilmente richiama i due film che hanno per protagista Dorothy Gale dal Kansas: l’emozionante Il Mago di Oz di Victor Fleming, reso celebre da Judy Garland, e l’oscuro Nel Fantastico Mondo di Oz, ottimo film Disney del 1985. Due opere ricche di emozioni originali, personaggi fantistici, avventure colorate. Ed è quello che manca al lavoro di Raimi, il cui unico personaggio che verrà ricordato con allegro affetto è la minuscola e impavida bambolina di porcellana.
Il Grande e Potente Oz, per quanto offra alla vista un mirabolante panorama di effetti speciali e atmosfere incantate, non riesce, per assurdo, a creare quell’innocente stupore, quella sensazione di meraviglia che ancora oggi lascia a bocca aperta, guardando un film del 1939 e uno del 1985.
Al di là di James Franco che, come già detto, sviluppa Oz con uno stile da perfetto impostore, con sguardo furbo e sorriso ambiguo; le tre streghe, interpretate da tre bravi attrici, sono troppo marcate da clichè e coreografate come se fossero in un film muto (c’è anche il drappo di velluto dove si attacca disperata una delle tre).

Il “Somewhere Over The Rainbow” messo in scena ne Il Grande e Potente Oz ha l’aria di essere un luogo molto noioso.
E parafrasando Judy – Dorothy Gale – Garland ci siamo detti “Totò, ho l’impressione che non siamo più … a Oz”.

Titolo originale: Oz: The Great and Powerful
Nazione: U.S.A.
Anno: 2013
Genere: Fantastico
Durata: 130′
Regia: Sam Raimi
Cast: James Franco, Mila Kunis, Rachel Weisz, Michelle Williams, Zach Braff, Joey King, Natalie Gal, Deborah Puette
Produzione: Roth Films
Distribuzione: Walt Disney Studios Motion Pictures Italia
Data di uscita: 07 Marzo 2013 (cinema)