“Il Ragno” di Sem Benelli

Martedì 13 e mercoledì 14 aprile debutta al Teatro Tor Bella Monaca la commedia scritta da Sem Benelli e diretta da Marco Prosperini dal titolo “Il ragno”. Lo spettacolo giungerà venerdì 16 e sabato 17 aprile al Teatro Quarticciolo.

13 e 14 aprile.10 ore 21 al Teatro Tor Bella Monaca

16 e 17 aprile.10 ore 21 al Teatro Biblioteca Quarticciolo

presentano

Il Ragno

di Sem Benelli

adattamento e regia di Marco Prosperini – disegno luci Giorgio Rossi – musiche originali di Giancarlo Mici – scene e costumi di Laura Nausicaa Tacconelli

con Paolo Ricchi, Nicola de Santis e Serena Ventrella
———
Sul palcoscenico uno spaccato di storia degli anni ‘30: due mondi a confronto per accaparrarsi diritti e privilegi

“Il ragno” è una delle commedie più affascinanti di Sem Benelli, rappresentata una sola volta nel 1935 a Milano dalla compagnia di Renzo Ricci e Rina Morelli. La modernità della storia la rende ancora oggi interessante, tanto più che i personaggi sembrano uomini dei nostri giorni con problematiche e dilemmi più che mai attuali.

La storia ruota intorno ai due protagonisti: Fabrizio, Conte di Poggialto e Giulia, sua moglie, testimoni di un’epoca di profondi sconvolgimenti ma anche di intensi travagli sentimentali. La storia inizia in estate e si conclude tra il natale e il capodanno, giorni di festa in cui le vicende dei protagonisti si trasformano in un dramma. Tra gli alberi natalizi, le zampogne che suonano malinconicamente nelle strade e le bottiglie di champagne, l’atmosfera della festa inebriante scandisce e sottolinea i movimenti scenici e narrativi della pièce, in un crescendo che porterà all’esaurirsi ineluttabile del destino umano dei protagonisti.

Due mondi che si scontrano. Due mentalità che cozzano per i diversi principi e soprattutto che lottano per accaparrarsi diritti e privilegi: l’alta borghesia finanziaria che vuole sostituire l’antica aristocrazia italiana degli anni ‘30. Uno spaccato di storia reale raccontato magistralmente ed ironicamente da Sem Benelli senza falsi pudori o demagogica razionalità. “Ci si chiede spesso cosa avessero quegli anni di così particolare, condizionati forse come siamo dai mitici anni ‘30 americani – continua Marco Prosperini – Invece scopriamo con sorpresa che sono proprio i nostri italici anni ruggenti, progenie dei più decantati e famosi anni d’oltre oceano”.

Sul palcoscenico commenti musicali e inserti di canzoni degli anni ’30, (cantate dai maestri dell’epoca come Natalino Otto), fanno dello spettacolo una commedia drammatica ed ironica al tempo stesso. Ed infatti, l’andamento narrativo è sottolineato dalle musiche originali scritte appositamente da Giancarlo Mici, proprio perché i temi musicali composti, non sono un semplice descrittivo sottofondo musicale, ma diventano anch’essi “personaggi” protagonisti all’interno della scena.

Teatro Tor Bella Monaca – via Bruno Cirino, angolo Duilio Cambellotti, Roma –
13 e 14 aprile .10 ore 21
Per info: Teatro Tor Bella Monaca 06.2010579 – [promozione@teatrotorbellamonaca.it-promozione@teatrotorbellamonaca.itpromozione@teatrotorbellamonaca.it] – www.teatrotobellamonaca.it
Teatro Biblioteca Quarticciolo – via Ostuni 8, Roma – 16 e 17 aprile .10 ore 21
Per info: 06.45460705 – promozione@teatrobibliotecaquarticciolo.it->promozione@teatrobibliotecaquarticciolo.it Botteghino 06.98951725 [www.teatrobibliotecaquarticciolo.it
Costo biglietti: intero 10 € – ridotto 5€ – per i bambini fino a 11 anni 2 €