Il tour 2012 dei Cranberries è partito da Padova

Moltissimi fan nonostante il freddo e la pioggia

Padova, Milano e Roma per il “Roses” tour dei Cranberries. E’ partito da Padova, in collaborazione con l’Hydrogen Festival, il celebre tour dei Cranberries previsto per l’estate scorsa e poi spostato in tre date autunnali: Padova, Milano e Roma.

Una partenza in grande stile, con un PalaFabris pieno zeppo di fan, accorsi per ripercorrere l’emozionante storia di un gruppo che ormai cavalca i palcoscenici di tutto il mondo da più di vent’anni. Il “Roses” tour 2012, infatti, nonostante porti il nome del nuovo album uscito in primavera, in realtà è un vero e proprio viaggio nel passato, che ripercorre le tappe storiche di una band che, partita anni fa con una valigia piena di sogni dalla verde Irlanda, è infine riuscita a farsi amare praticamente in ogni angolo della terra.

Pochi, quindi, i brani del concerto tratti da Roses, mentre non sono mancati i grandi successi del gruppo, quelli che tutti conoscono e cantano a squarciagola con grande entusiasmo. Si è partiti subito a ritmo sfrenato con il The best of – tra cui Animal instinct e Just my imagination – per poi alternare melodie più lievi e lente (la bellissima When you’re gone, Analyse, Ordinary day) a momenti di grande enfasi, che hanno raggiunto il proprio apice con le note della super cantata e ballata Zombie.

In splendida forma la band, capeggiata da una sempre bella Dolores O’Riordan: capelli biondo platino e abito anni ’70 con frange ai pantaloni e velo sulle spalle, poi sostituito da un vestitino nero a balze (ma con stivali sotto!).

Quale che sia il motivo che ha costretto i Cranberries a rimandare il tour estivo per spostarlo all’inverno, di esso non resta traccia nell’energia che la band irlandese ha portato con sé sul palco a Padova, e poi negli altri due appuntamenti di Milano e Roma. Immediata e calorosa la risposta del pubblico, che ha invaso palazzetti e aspettato con pazienza l’uscita dei propri idoli per cercare di strappare un autografo, nonostante (a Padova) la pioggia continua e il freddo pungente.

Non resta ora che continuare a cantare con l’album Roses, un altro regalo che il gruppo dedica ai fan in questo 2012 di concerti e rinnovati successi.

www.chiaragiacobelli.com

CONDIVIDI
Articolo precedenteUNA RIGOGLIOSA STAGIONE DI ARTISTI POLIEDRICI
Prossimo articoloIn uscita il libro “La Storia del Cinema in 1000 Parole” di Paolo Cherchi Usai
Chiara Giacobelli è una scrittrice e giornalista nata nel 1983. Si è laureata a pieni voti in Scienze della Comunicazione e poi Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. E' iscritta all'Ordine dei Giornalisti dal 2006 e ha pubblicato undici libri, tra cui il pluri-premiato saggio biografico "Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo" realizzato insieme ad Alessio Accardo di Sky Cinema e al critico Federico Govoni. Nel 2016 è uscito il suo romanzo d'esordio "Un disastro chiamato amore" edito da Leggereditore del gruppo Fanucci. Come giornalista collabora anche con il gruppo Cairo Editore (Bell'Italia e In Viaggio), Affari Italiani, Luxgallery, oltre a tenere un blog culturale sull'Huffington Post. Il suo sito è www.chiaragiacobelli.com, oppure potete seguirla tramite Facebook, LinkedIn e Twitter.