“LA BADANTE” di Cesare Lievi

La Badante, nuovo testo di Cesare Lievi, è idealmente la terza parte di una trilogia che con Fotografia di una stanza della stagione 2004/2005 e Il mio amico Baggio della scorsa, compie una riflessione poetica sui cambiamenti prodotti nella nostra società dalla presenza dei nuovi immigrati, stranieri per lingua e cultura, che entrano nelle nostre vite facendo esplodere contraddizioni sociali e intaccando abitudini quotidiane.

Al Teatro Carcano di Milano da mercoledì 15 a domenica 26 aprile 2009

CTB Teatro Stabile di Brescia presenta

Ludovica Modugno

LA BADANTE

Testo e regia di Cesare Lievi – Scene Josef Frommwieser – Costumi Marina Luxardo – Luci Gigi Saccomandi

Con Emanuele Carucci Viterbi, Leonardo De Colle, Paola Di Meglio, Giuseppina Turra
——–
Una famiglia borghese. I due figli si preoccupano per la salute dell’anziana madre: entrambi hanno poco tempo da dedicarle e così assumono una badante dall’Europa dell’Est. Ma l’anziana signora non l’accetta. Dice che è disonesta, che è una ladra, ecc. Amareggiata dai figli e dalla presenza della “straniera”, la signora muore. Ma quando viene letto il testamento il lutto dei figli si tramuta in rabbia perché l’eredità della madre è scomparsa nel nulla. Ma come e perché è avvenuto questo?

Ne La Badante l’aridità degli affetti emerge con un progressivo gioco spiazzante che Lievi mette in atto nei confronti dello spettatore/lettore. Divisa il tre atti, la pièce si apre con la Signora che fa illazioni su presunti furti della badante, impostale dal primo figlio con cui intesse un dialogo a tratti esilarante nel vano tentativo di convincerlo a cacciarla. Non ci vuole molto per capire che il punto di analisi di Lievi non è il rapporto fra la Signora e la badante, ma piuttosto il racconto del deserto delle relazioni familiari. E’ confermata quindi la tendenza di Lievi a giocare su più piani di senso: la riflessione sui luoghi comuni sugli stranieri, ma anche il disvelamento dell’impoverimento affettivo e relazionale d’un mondo che ha costruito la propria fortuna sull’avere piuttosto che sull’essere. Di fronte alla povertà d’anima e di cuore della società del benessere, gli stranieri fanno da cartina di tornasole, sono il corpo estraneo che mette in evidenza la nostra povertà, sono la forza vitale che si contrappone alla sterilità dell’individualismo esasperato.
Ludovica Modugno, interprete principale dello spettacolo, ha ricevuto il Premio Associazione Critici Italiani 2008 come miglior attrice dell’anno; Cesare Lievi ha ricevuto per La Badante il Premio UBU 2008 come miglior autore di novità italiana.

Teatro Carcano– corso di Porta Romana, 63 – 20122 Milano – www.teatrocarcano.com
Orari degli spettacoli da martedì a sabato ore 20,30 – domenica ore 15,30
Prezzi dei biglietti poltronissima euro 34– balconata euro 25
In occasione della Settimana della Cultura, organizzata dal Ministero dei Beni e Attività Culturali, nel periodo dal 18 al 26 aprile verranno praticate particolari riduzioni: poltronissima euro 22 anziché 34 (giovani fino a 25 anni euro 15) – balconata euro 17 anziché 25 (giovani fino a 25 anni euro 13).
Durata 1 ora e 20 minuti senza intervallo
Per scuole e gruppi organizzati 025466367 – 0255187234