“LA PRINCIPESSA E IL RANOCCHIO” IN DVD E BLU RAY DISC

Il ballo a corte per celebrare l’ultima principessa Disney incoronata in dvd e blu ray disc

Recentemente incoronata a New York nel corso di una solenne cerimonia, Tiana, la ragazza coraggiosa e determinata protagonista de “La Principessa e il Ranocchio”, corre ad aggiungersi alle altre Principesse Disney confermandosi uno dei personaggi più amati dell’ultima stagione cinematografica.
Un successo che il 49° Classico Disney, prodotto da John Lasseter e diretto da John Musker e Ron Clement,
già registi de “La Sirenetta” e “Aladdin”, deve al ritorno alla magia senza tempo dell’animazione tradizionale in 2D nonché alla strepitosa colonna sonora firmata dal compositore Premio Oscar Randy Newman.
Acclamato film di Natale 2009 con un Box Office di circa 255 milioni di dollari in tutto il mondo e 9,5 milioni di Euro in Italia, candidato a 3 premi Oscar come Miglior Film d’Animazione e Miglior Canzone per “Almost There” e “Down in New Orleans”, sarà disponibile in DVD e nella configurazione Blu-ray DiscTM + E-copy, a partire dal 7 aprile 2010.

La Principessa e il Ranocchio segna il debutto della E-copy, nuovo sistema che permette di scaricare su computer la versione originale digitale del film tramite un codice presente in ogni confezione Blu-ray DiscTM.

C’era una volta una principessa che baciò un rospo trasformandolo in un bellissimo principe. Questo almeno è quello che si dice in giro…
Ma prendete la principessa di turno, trasformatela in una bella ragazza caparbia, con molti progetti, che fa la cameriera per racimolare i soldi necessari ad aprire il ristorante dei suoi sogni, immergetela nella magia Disney, spostate la vicenda da un polveroso castello tedesco alla sfavillante New Orleans degli anni Trenta, togliete il solito narratore e metteteci una buona dose di jazz e… otterrete un mix di avventura, magia e tanto divertimento! Se poi il Lui della situazione è un principe scapestrato e perdigiorno, trasformato in ranocchio da un mago voodoo, il gioco è fatto. Lui poi bacia la ragazza solo perché è vestita da principessa. E pufff: è lei a trasformarsi in ranocchia. Bel guaio. Per rimettere ogni cosa al posto giusto, servirà l’intervento di un simpatico alligatore sovrappeso con velleità jazzistiche, la guida di una lucciola innamorata di una stella, le stregonerie di una vecchia maga che cucina la zuppa in una vasca da bagno e tanto coraggio. E come in ogni favola che si rispetti sarà l’amore a trionfare.

Questa la storia di Tiana, l’ultima Principessa Disney in ordine di apparizione che va ad aggiungersi a Biancaneve, Cenerentola, Aurora, Ariel, Belle, Jasmine, Pocahontas e Mulan vantando già al suo attivo milioni di fans in tutto il mondo.
Tiana è una principessa di nuova generazione, senza castello, senza carrozza, una ragazza vera, come tante, che lotta strenuamente per concretizzare i suoi sogni, mettendo in campo un’incredibile forza di volontà che la porterà a realizzare i suoi progetti e, con essi, a conquistare anche il cuore del suo principe, non senza correre qualche pericolo, incappare in qualche litigio ed essersi anche trasformata in rana! E il principe, il simpatico Naveen, impara cosa vuol dire la responsabilità e prendere le cose della vita con un po’ più di serietà.

La Principessa e il Ranocchio chiude idealmente la parentesi artistica aperta da Disney in quel lontano 1937, quando la sua prima Principessa Biancaneve si affacciava timida dagli schermi dei cinema americani diventando anch’essa fenomeno di costume e campione d’incassi. Un film che infatti torna alla tradizionale tecnica dell’animazione 2D, interamente realizzata a mano, restituendo i colori magici e tradizionali che ogni fiaba che si rispetti deve avere, anche se riletta in chiave moderna!
Ma la magia delle Disney Princess non finisce qui. Per Natale 2010 Tiana, Biancaneve, Cenerentola, Aurora, Ariel, Belle, Jasmine, Pocahontas e Mulan dovranno tirare a lucido i rispettivi castelli per accogliere in grande stile Rapunzel, protagonista del prossimo film.

Ad aprire le danze di corte, è caso di dirlo, è stata Carlotta Saltini, Chief Marketing Officer The Walt Disney Company Italia:

“Fin dall’uscita nelle sale cinematografiche lo scorso Natale La Principessa e il Ranocchio ha subito confermato un enorme gradimento da parte dei consumatori: dall’abbigliamento agli accessori, dal giocattolo fino agli alimentari, agli 11 titoli editoriali legati a Tiana venduti in centinaia di migliaia copie. Grande successo hanno riscosso anche gli eventi “Royal Academy” organizzati in tutti i 16 Disney Store d’Italia per celebrare l’arrivo Tiana tra le principesse Disney, sino ai videogame disponibili per Wii, Nintendo DS e PC. A suggellare questi ottimi risultati, l’incoronazione di Tiana avvenuta nei giorni scorsi a New York e il suo prossimo ingresso nel magico mondo di Disneyland Paris, dal 2 aprile infatti sarò accolta ufficialmente da tutte le Principesse Disney nel luogo dove i sogni diventano realtà”

Per celebrare questa incoronazione e soprattutto il fenomeno delle Principesse Disney che sempre più spopolano tra tutte le bambine italiane la Disney lancia La Principessa e il Ranocchio in Home Entertainment e indice il concorso “Le Principesse d’Italia”. Per partecipare al concorso non serve il sangue blu! Come Tiana bisogna “solo” essere riusciti a realizzare il sogno della propria vita lottando con determinazione e coraggio! Queste sono le principesse di nuova generazione! Il concorso “Le Principesse d’Italia” è stato così presentato da Fabiola Bertinotti, Head of Communications The Walt Disney Company Italia:

“Oggi lanciamo il Concorso “Le Principesse d’Italia” rivolto a tutte le bambine di età compresa tra i 3 e i 6 anni, che sono invitate a partecipare con un lavoro di fantasia, raccontando (uno scritto, un disegno, una fotografia, un collage) come hanno coronato il loro sogno o raggiunto un importante traguardo personale grazie alle loro capacità, all’impegno e alla forza di volontà. Le tre fortunate vincitrici diventeranno ‘Le Principesse d’Italia’, aggiudicandosi la possibilità di vivere un soggiorno da favola a Disneyland Paris partecipando, come delle vere Principesse, al Ballo organizzato in onore di Tiana nel mese di settembre. Il sogno di tutte le bambine italiane si realizza proprio nel luogo dove i sogni diventano realtà! “

Testimonial d’eccezione del concorso non poteva che essere una rappresentate di questi due aspetti: una principessa vera, con tanto di blasone, ma anche una donna quotidianamente impegnata nella realizzazione dei progetti in cui crede. La principessa Scilla Ruffo di Calabria, membro della giuria che sceglierà le tre piccole “colleghe” vincitrici del concorso, ha raccontato come è la sua vita di moderna aristocratica, tra l’assistenza ai malati e gli impegni della vita quotidiana. Accennando ad alcune analogie che la avvicinano molto a Tiana, tra cui la passione per la cucina, ha regalato qualche consiglio a tutte le bambine che sognano di diventare principesse.
Nel presentare Scilla Ruffo di Calabria Fabiola Bertinotti ha sottolineato che:

“Abbiamo voluto che la testimonial del concorso fosse una principessa vera non solo perché il suo status incarna il sogno di ogni bambina, ma per poter offrire una testimonianza tangibile che per essere veramente nobili bisogna esserlo soprattutto nell’animo, come infatti ben rappresenta l’attività sociale in cui è da anni impegnata Scilla. Perché, come Tiana insegna, è importante essere principesse soprattutto dentro, ossia persone veramente “reali”

Le celebrazioni continuano infine con la speciale maratona cinematografica W LE PRINCIPESSE che si terrà domenica 11 aprile, presso Atelier Gluck Arte di Milano: una vera e propria non-stop tutta dedicata alle principesse Disney con “Biancaneve e i Sette Nani”, “La Principessa e il Ranocchio”, “La bella addormentata nel bosco” e “Mulan”. Tra un film e l’altro Laura Susan e il suo coro di bimbi canteranno le loro canzoni scritte appositamente per l’occasione e tutte ispirate alle eroine dei loro sogni.

Non poteva mancare un magico montaggio sui baci delle principesse Disney a introdurre la ricerca della Professoressa Maria Rita Parsi, “Il Bacio oggi. Dal significato senza tempo della fiaba al suo valore nella società moderna”, è stata possibile grazie al sondaggio lanciato da WITCH, il mensile di casa Disney che da 9 anni è nel cuore delle teenager non solo italiane, ma di tutto il mondo.
Il mensile, infatti, ha chiesto alle sue lettrici di rispondere a una serie di domande dedicate al “primo bacio”, vero o desiderato, e al significato e al valore che danno a questo momento indimenticabile. Sono state raccolte quasi 200 risposte, tutte davvero interessanti, che la Professoressa Parsi ha analizzato, dando così il suo contributo per conoscere le ragazzine di oggi attraverso anche l’esperienza del primo “smack”. Maria Rita Parsi ha così sintetizzato i risultati:

“Il bacio è ponte d’intimità, ma quello che una persona percepisce come il primo in assoluto è anche marcatore di un passaggio evolutivo, sostanziandosi in un atto d’iniziazione. Nell’adolescenza il bacio “romantico”, rappresenta ’elemento distintivo di una relazione “speciale” e, dunque, viene rivestito da un’aura sentimentale, nell’età adulta, infine, il ruolo attribuito al bacio è strettamente connesso alla sfera sentimentale di ciascuno, giacché esso esprime il bagaglio emotivo che si è raccolto nel percorso relazionale dell’intera esistenza. Le testimonianze raccolte da WITCH fanno prevalere il numero di ragazza per le quali il primo bacio è ancora oggetto di fantasticheria perché non è ancora stato dato e quindi si affidano alle esperienza mediate dalla Tv e dal cinema e vagheggiano su di esso. Mentre anche nel caso di chi ha già provato questo passaggio di emancipazione sentimentale, il rapporto con l’altro sesso sembra fermarsi allo stadio del bacio e lo racconta il più delle volte con enfasi positiva caricandolo di suggestioni filmiche”.

Gran finale con Arianna Vignoli (voce italiana di Charlotte. L’amica del cuore di Tiana) e la performance live di Martina Russomanno, che ha cantato “A un passo dai miei sogni”, canzone della colonna sonora del film La Principessa e il Ranocchio.