“La sonata a Kreutzer” con Alvaro Piccardi

Sabato 8 e domenica 9 maggio il grande Alvaro Piccardi attore e regista e teatrale, fondatore di compagnia storiche teatrali quali il Gruppo della Rocca e regista di allestimenti in cui ha diretto grandi personalità del palcoscenico da Gassman a Paola Borboni Ugo Pagliai e tanti altri ancora sarà in scena al Teatro Garage di Genova protagonista de “La sonata a Kreutzer” la versione teatrale dell’opera di Leone Tolstoj

ALVARO PICCARDI Attore e regista teatrale, è stato fra i fondatori del Gruppo della Rocca, interpretando diversi spettacoli diretti da Roberto Guicciardini ed Egisto Marcucci.
Come regista teatrale ha debuttato nel 1979 dirigendo Il concerto di Renzo Rosso. Da allora ha diretto importanti allestimenti che hanno visto protagonisti fra gli altri Vittorio Gassman “Otello”, Ugo Pagliai e Paola Gassman ne “Il bugiardo” di Goldoni e “Il padre” di Strindberg), Paola Borboni e Mario Feliciani nell’Incontro al Parco delle Terme, Paola Mannoni in “Medea”, Andrea Roncato in Nessuno è perfetto”. Ha portato in scena anche Amedeo” o “Come sbarazzarsene”, di Eugène Ionesco, e Il codice di Perelà, di Palazzeschi.
Cresciuto alla scuola di grandi registi internazionali, ha insegnato alla Bottega teatrale di Gassman, con la quale ha curato la messa in scena di Girotondo di Arthur Schnitzler.
Come insegnante di recitazione ha collaborato con la scuola di Teatro di Bologna, con il laboratorio di esercitazioni sceniche di Roma diretto da Gigi Proietti (per il quale ha messo in scena Oh, Luciano!, da I dialoghi di Luciano) con la Civica Scuola del Teatro Paolo Grassi di Milano e con l’Accademia dei Filodrammatici. Dirige inoltre l’Accademia di recitazione del Teatro Bellini di Napoli e, dal 1999, la cattedra della Commedia dell’arte presso l’Accademia Nazionale di Varsavia.
Piccardi ha diretto anche l’Accademia d’Arte Drammatica della Calabria, con cui ha messo in scena nel Intrighi d’amore e la Scuola di Teatro dell’I.N.D.A.. Come direttore didattico del Teatro Stabile di quella regione ha messo in scena “La sonata a Kreutzer.” Sperimentatore di metodi di recitazione indirizzati prettamente ai giovani attori, ha prodotto nel 1992 due spettacoli con il Laboratorio teatrale “Guerra di Troia”: “Agamennone” di Eschilo ed “Ifigenia in Aulide” di Euripide. Attualmente insegna alla ACT MULTIMEDIA a Cinecittà a Roma.

LA SONATA A KREUTZER
Alvaro Piccardi sarà a Genova protagonista e regista dello spettacolo “La Sonata a Kreutzer” di Leone Tolstoj che verrà rappresentato al Teatro Garage sabato 8 ore 21,00 e domenica 9 maggio alle ore 17,00 una produzione Politecnico Teatro.
Il grande attore e regista teatrale tra i fondatori dello storico Gruppo della Rocca e regista di importanti allestimenti teatrali in cui ha diretto grandi personalità del teatro porta in scena questo monologo tratto da una delle opere più sofferte e drammatiche di Tolstoj
“La sonata a Kreutzer” che vide la luce nel 1889, è certamente la più sofferta e drammatica di tutte le opere di Tolstoj dopo la svolta spirituale del 1880. Si sono voluti vedere in quest’opera forti elementi autobiografici (in quegli anni effettivamente la moglie di Tolstoj si invaghì di un musicista che frequentava la sua casa), ma la grandezza di Tolstoj sta nell’avere inventato un personaggio, una storia che diventa proiezione potente del tumulto del suo animo e dei suoi sentimenti.

Un uomo ha ucciso la moglie. Viene processato e assolto. La legge dell’epoca riconosce ampie attenuanti per il delitto di gelosia. Ora è libero.
Racconta la sua storia, l’incontro con la moglie, il matrimonio, le ragioni, le sue ragioni del delitto. E’ destinato a raccontare, a rivivere.
Ripercorre il tragitto: le sue idee sul matrimonio, sulla sessualità, sull’amore, la necessità di una delirante teoria della castità come unica possibilità di uscire dal conflitto fra i sessi, a costo dell’estinzione del genere umano. I motivi che lo hanno portato all’omicidio: la nausea del matrimonio, la gelosia nei confronti della moglie, il rapporto di lei con un musicista, la sua infatuazione, l’ebbrezza di lei nel suonare “La sonata a Kreutzer” con il presunto amante, l’odio invece del protagonista nei confronti della musica, sollievo per l’anima ma anche elemento di corruzione dell’anima stessa.
E’ La storia di un’ossessione…l’ossessione della donna vista solamente come oggetto di desiderio e non come essere umano. Solo dopo morta il protagonista ammette “Guardai il viso di lei, livido e gonfio, e per la prima volta mi dimenticai di me, dei miei diritti, del mio orgoglio, e per la prima volta vidi in lei una creatura umana.”
Solo dopo averle dato la morte appunto……

Alvaro Piccardi ne La sua sonata a Kreutzer è solo in scena in uno spazio scenico essenziale pensato da Lorenzo Ghiglia che ha curato anche i costumi. .Così rivive le angosce e le sofferenze di Pozdnysev, il protagonista del testo di Tolstoj in uno spettacolo forte violento ed emotivo. Il viaggio di un attore nella zona di confine fra realtà e allucinazione, fra l’esplosione dei sentimenti e il freddo e delirante argomentare, una ricerca delle vibrazioni più intime e interiori dell’animo umano al servizio delle necessità del personaggio e di un grande testo e di un grande autore del passato
Un testo ancora oggi vivo e palpitante in grado di illuminare in modo potente zone scomode e inquietanti della nostra esistenza.
In occasione dello spettacolo l’artista ha condotto dal 4 maggio al 7 maggio sempre al Teatro Garage come iniziative didattiche del teatro uno stage dal titolo “Attraverso Tolstoj- il gioco del teatro”. Uno stage intensivo articolato in una prima parte di esercitazioni pratiche elaborate da Piccardi sul lavoro dell’attore e l’altra di analisi e di esercitazione e studio intorno al “La sonata a Kreutzer.”

——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

ASSOCIAZIONE TEATRO GARAGE
www.teatrogarage.it – [info@teatrogarage.it->info@teatrogarage.it]

Prevendite 010 510731
Replica domenica 9 maggio ore 17,00
Biglietti intero € 11,50; ridotto 9,00