“Marcello Morandini” a Ca’ Pesaro

Arte, Architettura, Design

A quarant’anni dalla prima presenza veneziana, con una sala personale alla Biennale del 1968, Morandini torna a Venezia, con un’importante mostra a Ca’ Pesaro, in concomitanza con la XI Biennale Architettura.

Oltre 60 lavori tra opere d’arte, architettura e design – tra cui 34 sculture e strutture da parete, realizzate dal 1978 al 2008, tutte in legno laccato in bianco e nero – documentano trent’anni di lavoro e un percorso complesso, segnato da una rigorosa, poliedrica capacità progettuale, da un legame profondo col mondo senza fine delle forme geometriche, della matematica, della percezione visiva, mediato da un approccio alla produzione artistica e architettonica olistico, cólto, al di fuori dalle mode e dal tempo.

L’esposizione, ideata da Silvio Fuso assieme allo stesso Morandini, si snoda negli ampi spazi del piano terreno del museo: dal grande androne longheniano, al cortile interno, alle sale espositive ospitando – oltre ai lavori di grandi dimensioni – forme, progetti, architetture e oggetti, che testimoniano e sorprendentemente chiariscono la logica e il coerente metodo progettuale che è alla base dei suoi “prodotti” di arte, architettura e design, consentendo di cogliere la sequenza del gesto creativo, dall’ispirazione artistica al progetto e dal progetto alla realizzazione di opere celebri nel mondo intero.

Catalogo Skira, italiano e inglese (224 pagine, 400 illustrazioni) con testi, tra gli altri, di Silvio Fuso, Fabio Girardello, Lara Vinca Masini.
Dopo la tappa veneziana per la quale è stata progettata, la mostra passerà nel febbraio 2009, con ulteriori integrazioni, a Norimberga, al Museo Nazionale d’Arte e Design (Neues Museum – Staatliches Museum für Kunst und Design in Nürnberg).

MARCELLO MORANDINI nasce a Mantova il 15 maggio 1940 . Dal ’47 vive a Varese.
Tra il ‘59 e il ‘64 Frequenta a Milano l’Accademia di Brera, realizzando le prime sculture. Nel’67 è invitato alla Biennale di São Paulo in Brasile, nel ’68 alla XXXIV Biennale d’Arte di Venezia, con una sala personale al Padiglione Italia. Dall’inizio degli anni 70, dopo la mostra alla Kestnergesellschaft di Hannover, avvia una lunga collaborazione con musei, gallerie e industrie tedesche. Nel ’77 è invitato a Kassel a Documenta 6; nel frattempo realizza edifici, piazze e altri importanti progetti architettonici in Italia, Asia (Singapore, Giappone, Malesia), Europa (Germania, Portogallo, Svizzera…). Riceve altresì commissioni di grandi sculture per musei. La prima mostra antologica abbinata di arte e design è del 1993, al museo Die Neue Sammlung di Monaco di Baviera, all’Hack Museum di Ludwigshafen e al Palácio Galveias di Lisbona. All’intensa attività artistica e architettonica abbina, da metà anni ’90, anche incarichi accademici in Germania, Svizzera, Italia. Dopo la nascita della figlia Maria Enza (’98) intensifica l’attività a Varese; seguono altre mostre (in Italia, Germania), altre commissioni per grandi sculture e altri progetti architettonici (in Svizzera, Italia, Germania), onorificenze e premi prestigiosi (in Gran Bretagna). La mostra ora organizzata a Venezia, nel 2009 verrà integrata da nuovi lavori e allestita al Neues Museum – Staatliches Museum für Kunst und Design di Norimberga.

“MARCELLO MORANDINI. Arte, Architettura, Design”
Venezia, Ca’ Pesaro – Galleria internazionale d’Arte moderna
12 settembre-16 novembre 2008

Inaugurazione: Giovedì 11 settembre 2008

Orario: 10/18 (biglietteria 10/17) fino al 2 novembre; 10/17 (biglietteria 10/16) dal 3 novembre; chiuso lunedì
Biglietti: Intero 5,50 euro, Ridotto 3,00 euro
www.museiciviciveneziani.it