“PEPERONI RIPIENI E PESCI IN FACCIA” DI LINA WERTMüLLER

La regista di matrimoni

Jeffrey (Murray Abraham) ha rinunciato alla sua carriera da giornalista per restarsene al fianco della moglie Maria (Sofia Loren) nella loro sontuosa casa al mare. L’arrivo dei tre figli, ormai adulti, per l’imminente festa di compleanno di nonna Assunta, crea scompiglio in famiglia. Il ritorno di Lina Wertmüller dietro la macchina da presa appare stanco e inconsistente, un esercizio gratuito privo di ogni significato.

Attenzione, può causare sonnolenza. La dicitura classica dei foglietti illustrativi per i farmaci è ora facilmente trasferibile alla nuova pellicola di Lina Wertmüller: Peperoni ripieni e pesci in faccia è un delirio inutile, l’agonia di un cinema senza mordente e a tratti disarmante. Al di là di una sceneggiatura che non ha pathos, una recitazione imbarazzante (nonostante il cast) e un doppiaggio da fare invidia al fuori sincrono di Enrico Ghezzi, sembra di assistere per tutta la durata della pellicola ad un inutile susseguirsi di fotogrammi. Nulla di ciò che accade sullo schermo è giustificato e pare che tutti, dallo spettatore all’ultimo macchinista, ne siano consapevoli.

Una famiglia riunita per la festa di compleanno della vecchia nonna (presissima dalle vicende sentimentali dei protagonisti delle soap opera), un giornalista che ha rinunciato al suo lavoro per fare il pescatore, una coppia in crisi che non vuole darlo a vedere. Tre figli, ormai adulti, che fanno ritorno a casa per raccontare le loro brillanti carriere: uno scrittore amatissimo dalle ragazzine, una medico dedito alla sua professione, una figlia in dolce attesa con problemi sentimentali. Quello della Wertmüller è un ritorno a casa privo di spessore e comicità, con battute che non fanno ridere (bastava ridisegnarne i tempi comici) e frasi seriose che non fanno sul serio, unite al solito modaiuolo attacco alla categoria dei critici di professione, quelli che non sanno far altro e allora scrivono.

Ma per ogni critico che non sa scrivere c’è una regista che non sa far film. Monotono, superficiale, quasi una presa in giro allo spettatore, vittima di un piattume che si sposta sempre più dalla televisione al cinema. Solo verso la metà del film si intravede un torpore da famiglia moraviana, da noia borghese che, imperante, detta le sue regole. Ma è davvero poco per chi vuole far cinema. E anche, purtroppo, per chi vuole andarlo a vedere. Stucchevole.

Peperoni ripieni e pesci in faccia
Titolo originale: Peperoni ripieni e pesci in faccia
Nazione: Germania, Italia, Spagna
Anno: 2004
Genere: Drammatico, Commedia
Durata: 105′
Regia: Lina Wertmüller
Sito ufficiale:
Cast: Sophia Loren, F. Murray Abraham, Moira Grassi, Angela Pagano, Elio Pandolfi, Carolina Rosi, Casper Zafer
Produzione: Solaris Cinematografica
Distribuzione: Sharada
Data di uscita: 16 Giugno 2006 (cinema)