“SORELLE” DI MARCO BELLOCCHIO

La forza del passato

Extra
Marco Bellocchio presenta alla Festa del cinema un film “famigliare” girato fra il 1999 e il 2004, che ha per protagonisti i parenti del regista. Un’opera a basso costo che, Roma, ha rispolverato in occasione di questa prima edizione della rassegna cinematografica. Un ritorno alle origini e un omaggio ai temi che da sempre accompagnano la vita artistica e privata del regista de “I pugni in tasca”.

Non è facile definire questo piccolo film (quasi settanta minuti), tirato fuori dal cassetto di Marco Bellocchio e realizzato insieme ai ragazzi del laboratorio cinematografico di Bobbio diretto dal regista stesso. Un inizio documentaristico che si evolve – col passare dei minuti – fino a immergersi in una vera e propria finzione che racchiude in sé tutto il senso della pellicola. La storia è quella di Elena, immortalata nel percorso della crescita in tre diversi anni (1999,2003,2005) e di sua madre Sara, piuttosto distratta e poco presente, lanciata all’inseguimento del suo sogno: coronare la carriera di attrice e trasferirsi a Milano. A complicare i già difficili rapporti famigliari ci pensa Giorgio, giovane estroverso e fratello di Sara, che non condivide la scelta di una madre spesso assente e che poco si cura della crescita della figlia.

Marco Bellocchio, dopo il grande successo tributatogli da Il regista di Matrimoni, torna a raccontare la vita di provincia attraverso le storie semplici che intralciano il cammino dei suoi personaggi, nel tentativo di raccontare partenze e ritorni a un punto d’origine che lasci il segno e scateni la fantasia. Come l’incipit dedicato a un brano di Checov (l’anonimato nella provincia e la sconfitta per non esser diventati ciò che ci si prefiggeva negli intenti), Bellocchio costruisce una trama linaere (accompagnata dalle naturali interpretazioni dei suoi più cari famigliari) passando in rassegna il contrastato rapporto con l’Istituzione ecclesiastica, la difficoltà del vivere in un paesino e, al tempo spesso, il conforto dato dal calore umano che solo una piccola realtà può offrire. A far da sfondo le campane domenicali, le chiese e i sacramenti di un’identità provata da un’educazione borghese.

Ad accavallarsi alla piccola storia famigliare ci sono poi gli inserti di vecchie pellicole del regista – fra tutti I pugni in tasca– e le musiche che inseguono film vecchi e nuovi (come il Capossela di Che coss’è l’amor) e le melodie suonate dall’Orchestra sinfonica di Parma. Una pellicola fra le più personali che rimanda continuamente agli esordi e prosegue in un percorso che non si arresta mai: neanche in una casa piena di ricordi dolci e malinconici.

Sorelle
Titolo originale: Sorelle
Nazione: Italia
Anno: 2006
Genere: Drammatico
Durata: 70′
Regia: Marco Bellocchio
Sito ufficiale:

Cast: Donatella Finocchiaro, Pier Giorgio Bellocchio, Elena Bellocchio, Maria Luisa Bellocchio, Letizia Bellocchio, Gianni Schicchi Gabrieli
Produzione:
Distribuzione:
Data di uscita: Roma 2006