“Scrivilo sui muri” di Giancarlo Scarchilli

Uno spray per descrivere se stessi

Sole (Cristiana Capotondi, la Claudia di “Notte prima degli esami”) è una ragazza di buona famiglia con un ottimo rapporto con il padre e in eterno conflitto con una madre che non c’è mai. Fidanzata con Filippo, un giovane avvocato, molto aristocratico e con amici molto snob, Sole si immedesima nella vita del Piccolo Principe, le cui saggezze adatta alla propria vita. E secondo lei, proprio la storia del Piccolo Principe la trasporta sul suo vero pianeta, come il B612 lo era per il Principe.
Questo suo nuovo pianeta, o sua vera vita, o sua nuova realtà, è popolato dai writers, giovani ragazzi che di notte, incappucciati in abiti scuri, escono dalle proprie case, saltano tetti, scavalcano muri per “esprimere” il proprio essere, le loro grida, il loro bisogno di comunicare attraverso graffiti sui muri della città, sui palazzi, sulle insegne, sui treni.

Il regista Giancarlo Scarchilli (attore, sceneggiatore e regista) ha realizzato questo suo progetto, che da tempo desiderava dirigere. Per alcuni anni si è avvicinato al mondo dei writers, per capirli, per conoscere il loro mondo, le loro motivazioni, le loro esperienze ed esigenze.
Il cast che ha messo insieme è di tutto rispetto, giovani attori italiani, molto capaci e volenterosi, dalla stessa Cristiana Capotondi, a Ludovico Fremont (il simpatico Walter de I Cesaroni), a Primo Reggiani (Melissa P), a cui si alternano attori e attrici come Anna Galiena, Claudio Bigagli (oramai assoldato per fare il padre, lo è qui di Sole e lo era di Baby in Tre Metri sopra il cielo), Rodolfo Laganà.

Sembra una storia fatta di generalizzazione e stereotipi: tutti i giovani protagonisti vivono in conflitto, a volte drammatico, con i genitori, che non li capiscono. Cercano quindi e trovano nella notte e nei loro disegni la propria personale libertà. Sole segue i suoi nuovi amici, i writers C.D., Civil Disobedience, e li filma, per la sua tesina universitaria, mentre con bombolette colorate esprimono quello che sentono. A loro si contrappongono gli Z.T.K (sigla che significa “zozzamo tutto kuanto”), banda priva di una motivazione di fondo, che imbratta per il solo gusto di deturpare.

Un film poco obiettivo, dove tutto è reso troppo semplicistico e che arriva a distaccarsi dalla quotidianità concreta, mentre l’intenzione originaria, forse, era di spiegare le motivazioni che sono alla base di graffiti e murales. Questi writers sono elevati, senza ombra di dubbio e senza opposizione, a giovani eroi incompresi, descritti come personaggi particolari, ma autentici. Tutti gli altri e tutto il resto sono noiosi. All’interno della trama si tesse l’immancabile storia d’amore, che si capisce dalla prima inquadratura come si evolverà.
Gli attori sono, comunque, bravi e il loro impegno e le loro capacità sono stimabili. Una deliziosa piccola parte è affidata alla cantante Dolcenera, nel ruolo di Benny, la migliore amica di Sole. Apparentemente fredda e disimpegnata, si scoprirà essere molto più romantica di quel che vuol fare credere.

Titolo originale: Scrivilo sui muri
Nazione: Italia
Anno: 2007
Genere: Commedia, Drammatico, Romantico
Durata:
Regia: Giancarlo Scarchilli
Sito ufficiale: www.scrivilosuimuri.it

Cast: Cristiana Capotondi, Primo Reggiani, Anna Galiena, Yvonne Sciò, Daniele De Angelis, Ludovico Fremont
Produzione: Eagle Pictures S.p.a., Film Kairòs
Distribuzione: Eagle Pictures
Data di uscita: 21 Settembre 2007 (cinema)