Sempre più Comics a Lucca

La città con la Walk of Fame del Fumetto

Mai come quest’anno il Lucca Comics & Games è stato davvero Comics. E lo scriviamo con la “C” maiuscola perché veramente la qualità e varietà raggiunti in questa edizione sono arrivati a livelli che poche, pochissime, diremmo quasi nessun’altra manifestazione simile ha mai raggiunto.

E non ci riferiamo, come sempre, ai grandi Big, ma a tutte quelle realtà, grandi e piccole che stanno portando il Fumetto ad essere considerato una vera e propria opera d’arte. Quindi, a fianco all’ormai consolidata casa editrice milanese Sergio Bonelli che ha intrattenuto i visitatori nel proprio, esclusivo, padiglione con sessione di autografi di autori, conferenze e vendita di albi a edizione limitatamente lucchese, c’è stata la Panini che quest’anno si è fatta propria di un intero padiglione con altrettanti incontri e autori pronti per essere ammirati e fotografati.

Sempre più apprezzata e frequentata è stata anche l’Area Self, lo spazio dedicato al fumetto autoprodotto, come pure l’Area Pro che ha visto oltre mille aspiranti professionisti che si sono confrontati con gli addetti ai lavori per la valutazione del proprio portfolio. Punta di diamante resta, come sempre, Palazzo Ducale, che quest’anno dedica la mostra principale a Silver, maestro del fumetto che lo scorso anno è stato insignito del Gran Guinigi. E l’ambito premio quest’anno è stato assegnato a Gigi Cavenago come migliore disegnatore mentre il premio Maestro del Fumetto è andato al noto illustratore Gipi.

Sempre a Palazzo Ducale, una seconda mostra è stata dedicata a Paul Pope della casa editrice Bao che ha portato a Lucca anche Fumio Obata, Fiona Staples, Cameron Stewart, Brian Vaughan, Vanna Vinci e Zerocalcare. Ad un anno dalla nascita dell’etichetta, Mondadori Comics ha messo in scena a Lucca Comics i suoi migliori fumettisti nazionali ed internazionali a partire da Giancarlo Berardi e Ivo Milazzo magistrali autori di Ken Parker, passando per Valentin Secher disegnatore di Khaal – Cronache di un imperatore galattico e per il Gruppo HAMMER e arrivando fino a Don Alemanno, l’acclamato fumettista ed autore del fenomeno dei web comics, numero uno della classifica dei fumetti più venduti su Amazon.

E per gli amanti dei fumetti del Sol Levante quest’anno Star Comics ha dato il meglio di se riuscendo a portare all’interno della kermesse lucchese addirittura il Maestro Masakatsu Katsura, autore di Video Girl Ai e Zetman, che ha fatto il tutto esaurito già prima che iniziasse la fiera. Katsura è stato protagonista di un vero e proprio bagno di folla sia durante la conferenza di venerdì che nelle sessioni di autografi dedicate ai fan durante i giorni della manifestazione.
Ma l’evento più atteso tra tutti è stato senza dubbio quello di domenica, quando alle 12.00 si è svolta, sul palco del Lucca Comics & Games l’inaugurazione della Walk of Fame.

A partire da quest’anno infatti e per tutte le prossime edizioni, alcuni tra i più importanti autori di fumetti nazionali ed internazionali saranno chiamati a porre le proprie impronte delle mani sul cemento per andare a costruire l’omonima Walk of Fame Hollywoodiana accrescendo l’interesse degli appassionati e curiosi. I primi grandi nomi dei comics chiamati a diventare i protagonisti di questa nuova iniziativa sono stati Ciruelo, Gipi, Masakazu Katsura, Robert Crumb, Gilbert Shelton, Tiziano Sclavi, Leo Ortolani e Silver che hanno inaugurato il progetto per consacrare una volta di più Lucca come capitale mondiale del fumetto.

Foto a cura di Tony Anna Mingardi Copyright © NonSoloCinema.com – Tony Anna Mingardi