Servillo e Andò presentano “Viva la libertà”

Un dialogo fitto con cast e regista

ROMA – Il regista Roberto Andò e il cast di Viva la libertà, con il produttore Angelo Barbagallo e Angelo Pasquini, co-sceneggiatore insieme ad Andò, hanno incontrato la stampa alla Casa del cinema Marcello Mastroianni di Roma.
L’accoglienza è stata decisamente positiva e le domande dei giornalisti si sono susseguite numerose. A parlare sono stati soprattutto il regista e Toni Servillo, protagonista del film nel doppio ruolo del gemello.

Produttore e regista hanno iniziato con lo spiegare che il primo tassello nella costruzione di questo film – tratto dal romanzo Il trono vuoto dello stesso Andò – è stato scegliere Servillo come protagonista. L’attore ha infatti partecipato piuttosto attivamente all’elaborazione del progetto, a partire da alcune indicazioni sul cast: sua è stata l’idea di proporre Mastandrea come vero e proprio secondo ruolo. Nel corso della conferenza, anche Valeria Bruni Tedeschi e Michela Cescon hanno parlato dei loro personaggi e dei significati che hanno trovato nel film.

Molte e inevitabili, vista la trama, le domande sull’attualità e sui messaggi politici. Sia Servillo che Andò hanno risposto evitando sempre di porre il film in una posizione banale e scontata: se la politica è l’elemento attorno a cui ruota la storia, questa presenta anche altri temi, come quello del doppio, o l’omaggio al cinema. Come ha sintetizzato lo stesso Andò, l’obiettivo era parlare di politica senza voler fare cronaca politica in senso stretto, ma cercando di raccontare una storia che non si presti a strumentalizzazioni.

Chi mette in evidenza i riferimenti culturali e teatrali del personaggio dei gemelli, chi tematiche più filosofiche, chi ipotizza di dare una sfumatura più simbolica al personaggio di Ernani interpretato da Servillo, e definito dallo stesso Andò «un clandestino dell’attualità». C’è molta voglia di spiegare questo film, di cui tutti, ognuno con il suo carattere e il suo stile – sembrano essere soddisfatti e orgogliosi.

Nella foto Toni Servillo
Foto a cura di Romina Greggio Copyright © NonSoloCinema.com – Romina Greggio