33TFF: “Sexxx” di Davide Ferrario

Straordinario souvenir torinese di Madonna

Festa mobile – Palcoscenico

Sexxxx è uno spettacolo di danza contemporanea creato dal coreografo Matteo Levaggi con il corpo di ballo di Loredana Furno e rappresentato nel 2013 nello spazio ex industriale della Lavanderia a Vapore di Collegno (Torino). In quell’occasione Ferrario riprese una rappresentazione, diventata oggi l’omonimo film, presentato in anteprima al Torino Film Festival 2015 nella sezione Festa Mobile.

“Prima di questa esperienza non ero un appassionato di balletto” – afferma il regista – mi ci sono avvicinato per curiosità, specie per il bellissimo luogo dove si svolgeva lo spettacolo. Ora mi sono reso conto dell’importanza della danza come forma espressiva: siamo corpo, la nostra dimensione è il corpo che da piacere e dolore, che crea relazioni: essere materialista è l’unica maniera per essere spirituale.”

Il film è fusione di cinema e danza, dove la regia del balletto è stata destrutturata e ricomposta, in un certo senza “tradita”, con la creazione di un’arte nuova, originale, diversa da ciò che vede lo spettatore a teatro. Alcuni brani sono stati ripresi e riproposti da angolature diverse, con primi piani di grande intensità di corpi, pelle, muscoli tesi nello sforzo.
Alla scenografia coreutica Ferrario ha aggiunto alcune parti originali: immagini di dipinti classici (Palma il Vecchio e Tintoretto), a rappresentare il significato del corpo e del sesso nell’arte, da sempre: un piacere e una maledizione, una necessità e un’ossessione; brani di film da lui girati in varie occasioni, tra cui spezzoni di “Guardami” del 1999 e altri girati a Torino più recentemente. Alle colonne sonore già proprie del balletto (alcune sonorità underground e bellissimi brani rock come It’s No Game di Bowie e My Sex degli Ultravox!) ha aggiunto le colonne sonore utilizzate (e parte di quelle rimaste archiviate) del medesimo Guardami.
“Nel film non ci sono altri commenti parlati – spiega Ferrario – se non poetici e ho scelto perciò “La pelle è santa…” di Allen Ginsberg, con quei riferimenti così espliciti e senza prurigine alle parti del corpo”, accompagnate da tableau vivant ripresi alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. La voce narrante in inglese, per la distribuzione internazionale, è affidata all’americano ormai “torinesizzato” Daniel McVicar.

La performer statunitense Madonna nel 1992 aveva pubblicato “Sex”, una raccolta di fotografie di Steven Meisel, al cui titolo e contenuti si era ispirato Levaggi per il suo lavoro. Per una coincidenza davvero curiosa, Madonna è stata nella capitale piemontese con il suo Rebel Heart Tour proprio nei giorni di questa anteprima: immancabilmente le è stata regalata una copia di questo Sexxx, audace quanto avvincente concentrato di quanto Torino sappia produrre in tema di arte, sperimentazione e innovazione.

Il film uscirà nelle sale nella primavera 2016, in contemporanea con un altro lavoro di Davide Ferrario che presenta le opere dell’Accademia Carrara di Bergamo, riaperta dopo sette anni di chiusura. Due film che rappresentano, in modi con obbiettivi diversi, le due città di elezione del sessantenne regista cremonese.