“THE AVIATOR” di Martin Scorsese

Citizen Leo: Il mito di Icaro in un nuovo sogno americano

Ottima interpretazione di Di Caprio nei panni di Howars Hughes nell’ultima ambiziosa opera dal respiro epico di Scorsese.

Dopo averci raccontato la nascita degli Stati Uniti in Gansg of New York, Martin Scorsese continua il suo personale viaggio nella storia americana attraverso la biografia di Howard Hughes (Leonardo Di Caprio), una delle leggende di Hoolywood del 20° secolo.

Ripercorrendo la vita, le passioni e i tormenti di colui che fu un eccentrico e controverso produttore cinematografico (Angeli dell’inferno e Scarface) e un genio dell’aeronautica capace di prevedere e di rischiare sul futuro dell’aviazione civile , il regista italo-americano ricostruisce maestosamente l’America dell’inizio degli anni ’30 fino agli inizi degli anni ’50. Il risultato è un’opera certamente grandiosa e completa, dal respiro epico (non solo per i 169 minuti che costituiscono il film). Le scenografie di Dante Feretti (eccezionali le sequenze girate del mitico club “The Coconut Grove” di Hollywood che Hughes ha frequentato per vent’anni) insieme ai costumi e alla colonna sonora, ci restituiscono perfettamente l’immagine del paese in quell’epoca. Attraverso la storia di Hughes, Scorsese pone l’attenzione da un lato all’olimpo dei divi e soprattutto delle dive del cinema del tempo -Katherine Hepburn (Cate Blanchet), Ava Gardner (Kate Backinsale), Jean Harlow (Gwen Stefani)- ; dall’altro lato alle vicende politico/economiche che caratterizzano l’America dopo la crisi del ’29 e che il giovane magnate si trova ad affrontare con lungimiranza e successo soprattutto nel contrasti con Juan Trippe (Alec Baldwin) il capo della Pan Am, concorrente della TWA di Hughes. Ma la biografia di Hughes non è stata costellata solo da bellissime donne e successi nell’aviazione; Scorsese trova infatti nella malattia mentale del protagonista un’ulteriore strada da percorrere; e lo fa fin dal prologo, nel quale vediamo Hughes da bambino lavato da una mamma che gli inculca i rischi che comportano le malattie infettive. Scorsese anticipa qui quella che sarà la ragione del disturbo mentale dell’aviatore. Per tutta la vita infatti- nonostante il suo amore per sfide impossibili, imprese pericolose, per azioni fuori da ogni convenzione, per “voli” sempre più in alto, dovuti ad un bisogno di rassicurare se stesso- il suo carattere sarà corroso dal terrore della sporcizia e da una mania ossessiva compulsiva, cioè dalla ripetizione maniacale di formule verbali.

L’impressione generale è che, se il pubblico viene affascinato dal divismo hollywodiano degli anni ’30 e può interessarsi alla lotta economica delle allora nascenti corporation, per quanto riguarda la malattia mentale di Hughes, Scorsese non azzarda più di tanto per tentare di indurre lo spettatore ad entrare nella mente distorta del protagonista. Scorsese evita così di intraprendere forse la strada più difficile (ma anche la più affascinante) e preferisce fermarsi a mettere in scena solo le conseguenze sulla realtà della mente ingarbugliata del protagonsita. Il risultato è un film stilisticamente magistrale, elegante e dinamico ma che non trascina completamente lo spettatore nei sogni, desideri e incubi del protagonista, nonostante l’ottima interpretazione di Di Caprio che, grazie ad una faccia finalmente un po’ meno adolescenziale, mette a segno guizzi, sguardi, battute profonde che non possono non ricordare il “vecchio” Charles Foster Kane…

Titolo originale: The aviator
Nazione: U.S.A., Giappone
Anno: 2004
Genere: Drammatico
Regia: Martin Scorsese
Sito ufficiale: www.aviatormovie.com
Sito italiano: www.theaviator.it
Cast: Leonardo DiCaprio, Cate Blanchett, John C. Reilly, Kate Beckinsale, Jude Law, Adam Scott, Kelli Garner, Gwen Stefani, Nellie Sciutto, Alec Baldwin, Danny Huston, Matt Ross, Ian Holm, Alan Alda, Frances Conroy, Vincent Laresca, Justin Shilton, Brent Spiner, Josie Maran, Sam Hennings, Willem Dafoe, Stanley DeSantis
Produzione: Sandy Climan, Leonardo DiCaprio, Charles Evans Jr., Graham King, Michael Mann
Distribuzione: 01 Distribution
Data di uscita: 28 Gennaio 2005 (cinema)