“THE LEGEND OF ZORRO” di Martin Campbell

C'era una volta l'America

La nascita di una nazione, le sue tradizioni, il suo ideale di libertà e di amore per la patria. Antonio Banderas e Catherine Zeta-Jones, la coppia d’oro lanciata proprio nel precedente film del regista neozelandese (La maschera di Zorro), tornano sullo schermo nei panni del leggendario eroe americano e relativa consorte. Un film d’azione, carico di tensione, che racconta fra le righe la futura egemonia culturale dei nascenti Stati Uniti d’America.

Anno 1830, mentre la California si appresta a diventare il trentunesimo stato dell’Unione, preparandosi ad entrare a pieno titolo nel sogno americano, una banda di malviventi brutti, sporchi e cattivi, capitanati dal truffaldino McGivens (Nick Chinlund), tenta di impossessarsi delle terre occupate minacciandone gli abitanti. Ma cosa succede se un aristocratico francese di nome Armand (Rufus Sewell) si trasferisce in California per avviare un’impresa vinicola? Ecco che arriva il nostro eroe mascherato, sposato e con prole a carico, che cercherà di vederci chiaro. Tra galoppate al limite della frontiera, funamboliche acrobazie e perigliose lotte all’ultima spada, il secondo capitolo della saga di Zorro appare più che mai spettacolare.

Il film si svolge molti anni dopo la chiusura del primo.
Don Alejandro de la Vega (alias Zorro), ormai sposato e con un figlio di dieci anni, sembra anteporre la lotta per il suo popolo all’interesse per la sua famiglia. Con un bambino che ne lamenta le mancanze e la codardia, Zorro si trova immischiato questa volta in una missione che mette a rischio non solo la sua vita, ma anche e soprattutto l’integrità del sacro vincolo famigliare. E quando Elena chiede il divorzio e sembra ormai fare coppia fissa col suo vecchio compagno di scuola Armand, il nostro Don Alejandro dovrà farne di tutti i colori per scoprire l’inganno. Dietro la pacatezza di un uomo innamorato si nasconde, infatti, un terribile e spietato individuo disposto a tutto pur di portare a termine il proprio lavoro: distruggere gli Stati Uniti D’America.

E proprio l’America, nel bene o nel male, è al centro del mirino cinimatografico di questa stagione. Dal Manderlay di Von Trier (secondo capitolo di una trilogia che vede proprio gli States al centro della polemica) a Enron, il documentario di Alex Gibney che mette sotto l’occhio del ciclone uno dei più grossi scandali finanziari della storia recente.

Il personaggio di Zorro, creato nel 1919 dalla penna di Johnston McCulley, è considerato il primo eroe mascherato della moderna narrativa americana. Fatto ad immagine e somiglianza della gente comune, senza particolari superpoteri, è aiutato solo dalla sua abile destrezza nel maneggiare la spada e da un amorevole cavallo che lo segue ovunque. Per una volta niente artifici magici, solo un uomo in carne ed ossa, con problemi comuni e al servizio della nazione. Ma salvare gli oppressi equivale più o meno a salvare la propria famiglia? Lo stesso Banderas parla con entusiasmo del suo ritorno a vestire i panni dell’eroe mascherato: “un personaggio popolare che agisce per il bene comune. Zorro è come un sogno che si avvera, qualcuno che arriva a salvarti dai torti e dalle ingiustizie”.

Ma dove c’è torto e ingiustizia, c’è anche la ragione e la giustizia di qualcun altro. E stavolta a ricoprire il ruolo del cattivo è la grande Europa, rappresentata da una segreta organizzazione medievale (che risponde al nome di Orbis Unum) che tenta a suon di sapone e di glicerina (sono ancora lontani i tempi delle armi di distruzione di massa)di distruggere il gigante dai piedi d’argilla. Colosso che, si ricorda da qualche parte del film, si sta distruggendo da solo.

E se forse è troppo azzardato leggere in una leggenda popolare le sorti degli Stati Uniti d’America, è pur vero che la “democrazia” spiegata al popolo arriva proprio dalle pagine di un libro, o dalle scene di un film. E’ dunque un buon ritorno questo di Zorro. L’eroe di almeno tre generazioni che lotta contro le oppressioni del suo popolo in sella ad un delizioso cavallo. Una sola cosa, però. Non chiedete a Zorro di schierarsi politicamente e di avallare la politica degli Stati Uniti. Con molta probabilità, non approverebbe.

The Legend Zorro
Titolo originale: The Legend of Zorro
Nazione: U.S.A.
Anno: 2005
Genere: Avventura
Durata: 130′
Regia: Martin Campbell
Sito ufficiale: www.sonypictures.com/movies/…
Sito italiano: www.zorro-ilfilm.it
Cast: Antonio Banderas, Catherine Zeta Jones, Giovanna Zacarías, Raúl Méndez, Adrian Alonso, Pedro Armendáriz Jr.
Produzione: Laurie MacDonald, Walter F. Parkes, Lloyd
Phillips
Distribuzione: Sony Pictures Releasing Italia
Data di uscita: 28 Ottobre 2005 (cinema)