“The Gardener of Eden – Il giustiziere senza legge” di Kevin Connolly

Giustiziere in avaria

Adam (Lukas Haas) vive a Bickleton, una piccola cittadina nel New Jersey, non distante da New York. È un ragazzo come tanti suoi coetanei, ha un profitto scolastico nella media ed è stato l’unico del suo gruppo a essere accettato all’università. A causa del suo “piano b” è costretto ben presto a rifare i bagagli e tornare a casa dai suoi genitori e al suo vecchio lavoro in rosticceria, nonché dai suoi amici.
_ Per una bizzarra sorte, ai limiti dell’inverosimile, contribuisce alla cattura di un criminale, che da tempo miete terrore per la città. Questo gesto lo fa resuscitare, nell’opinione del paese, come un eroe, da piccolo fallito qual era stato etichettato. Lui stesso sembra rinascere, soprattutto perché ritiene di aver trovato la sua missione nella vita: salvare gli altri, a modo suo, però, e con le nuove regole.

Primo lungometraggio diretto da Kevin Connelly, attore che ha recitato con Denzel Washington in John Q e che è attualmente sul piccolo schermo dove interpreta Eric Murphy nella serie Entourage (trasmessa negli USA dalla [HBO->+-HBO-+.html?id_secteur=33] e in Italia da Jimmy).
_ The gardener of eden – il giustiziere senza legge è stato presentato al Sundance Film Festival e vanta tra i produttori Leonardo DiCaprio, tramite la sua società: la Appian Way.
Connelly ha dichiarato di essere rimasto affascinato dalla sceneggiatura scritta da Adam “Tex” Davis, per come ha dato vita e colore a una cittadina di provincia e per come ha esplorato la visione personale di Adam nei confronti del mondo.
I dialoghi sono a metà strada tra la commedia e un genere drammatico, ma non ben definito. Alcune battute del copione, correlate alle vicende di Adam e dei suoi amici scapestrati sono ironiche, a volte irriverenti. Almeno all’inizio.

A un tratto il film cambia rotta, sembra quasi che la sceneggiatura e, di conseguenza, la regia, perdano il controllo della situazione. La macchina da presa ruota intorno ad Adam e ai suoi progetti teorici e ripetitivi di lotta al crimine, alla sua nuova professione di supereroe, non richiesta né cercata da altri.
_ Adam ripete spesso la frase “perché le cose peggiori capitano sempre alle brave persone?”; frase che diventa un suo motto e una sua ossessione. Vuole difendere la sua città, ne vuole essere il disinfestatore, ma calpestando le vie legali, percorrendone alcune tutte sue. John (David Patrick Kelly), il padre di Adam, sembra l’unico a capirlo e assecondarlo negli eroici deliri, probabilmente perché in parte sono anche i suoi.

I personaggi rappresentati in questa pellicola sembrano non avere nessuna ambizione, si lasciano traghettare da un destino molto schematico e ben definito, sopravvivono non avendo meglio di che fare. In questo quadro Adam dovrebbe essere colui che si ribella, ma il suo moto rivoluzionario non è capito, non solo dalle persone che lo circondano, ma anche il pubblico resta perplesso da un’agonia che si stempera nel banale.
The gardener of eden – il giustiziere senza legge narra le vicende di un giovane che cerca il riscatto, diventando la prima persona di cui aver paura e da cui difendersi, fino alla fine.

Titolo originale: Gardener of Eden
Nazione: U.S.A.
Anno: 2007
Genere: Commedia, Drammatico
Durata: 1h. 28 min.
Regia: Kevin Connolly
Sito ufficiale: www.medusa.it

Cast: Jon Abrahams, John Arocho, Gregg Bello, Lukas Haas, Giovanni Ribisi, Erika Christensen, Lauren Bittner, David Bortolucci, Chris LaPanta, Ori Pfeffer, Danielle Rees
Produzione: Virtual Studios, Initial Entertainment Group, Appian Way
Distribuzione: Medusa
Data di uscita: 20 Giugno 2008 (cinema)