Venezia 61. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. 1-11 settembre Venezia-Lido

Tutti i premi

VENEZIA 61
Leone d’Oro per il miglior film
Vera Drake di Mike Leigh

Leone d’Argento (Gran Premio della Giuria)
Mar adentro di Alejandro Amenábar

Leone d’Argento (Premio Speciale per la Regia)
Kim Ki-duk per il film Bin jip

Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile
Javier Bardem per la sua interpretazione nel film Mar adentro di Alejandro Amenábar

Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile
Imelda Staunton per la sua interpretazione nel film Vera Drake di Mike Leigh

Osella
Studio Ghibli per il film Hauru no ugoku shiro di Hayao Miyazaki

Premio “Marcello Mastroianni”
Marco Luisi e Tommaso Ramenghi per il film Lavorare con lentezza – Radio Alice 100.6 Mhz di Guido Chiesa

VENEZIA OPERA PRIMA
Leone del futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”
Le grand voyage di Ismaël Ferroukhi

Menzione Speciale della Giuria Venezia Opera Prima
Saimir di Francesco Munzi

ORIZZONTI
Premio Venezia Orizzonti
Les petits fils di Ilan Duran Cohen

Menzione speciale Giuria Venezia Orizzonti
Vento di terra di Vincenzo Marra

CINEMA DIGITALE
Premio Venezia Cinema Digitale
20 angosht di Mania Akbari

Menzione speciale della Giuria Venezia Cinema Digitale
La vita è breve ma la giornata è lunghissima
di Lucio Pellegrini e Gianni Zanasi

CORTO CORTISSIMO
Leone d’Argento Citroën Corto Cortissimo
Signe d’appartenence di Kamel Cherif

Menzione Speciale Corto Cortissimo
The Carpenter and His Clumsy Wife di Peter Foott

Premio UIP per il miglior cortometraggio europeo
Goodbye di Steve Hudson

——————-

Premio Fipresci
Miglior film del concorso Venezia 61: Bin jip di Kim Ki-duk
Miglior film delle sezioni parallele: Vento di terra di Vincenzo Marra (Venezia Orizzonti)

Premio Signis
Tout un hiver sans feu, di Greg Zglinski (Venezia 61. In concorso)
Menzione a Bin jip di Kim Ki-duk

Premio Gan del pubblico per un film della Settimana Internazionale della Critica
Ve lakachta lecha isha, di Ronit e Shlomi Elkabetz (Settimana internazionale della Critica)

Premio Isvema per un film della Settimana Internazionale della Critica (Sncci)
Ve lakachta lecha isha, di Ronit e Shlomi Elkabetz (Settimana internazionale della Critica)

Prix Art et Essai (Cicae)
Frédéric Fonteyne per il film La femme de Gilles (Venezia Orizzonti)

Premio Arca Cinema Giovani
Premio per il film internazionale che meglio ha saputo interpretare il tema “Lo spirito del tempo: sguardi sul presente”:
Mar adentro, di Alejandro Amenábar (Venezia 61. In concorso)
Miglior lungometraggio italiano:
Nemmeno il destino, di Daniele Gaglianone (Giornate degli autori)
Miglior film digitale:
Un silenzio particolare, di Stefano Rulli (Venezia Cinema Digitale)

Premio “Lino Miccichè” del CSC per la migliore opera prima
Nemmeno il destino, di Daniele Gaglianone (Giornate degli autori)

Premio Fedic
Volevo solo dormirle addosso, di Eugenio Cappuccio (Venezia Mezzanotte)
Menzione speciale a Un silenzio particolare, di Stefano Rulli (Venezia Cinema Digitale)

Premio “Fulchignoni” (Unesco)
Land of Plenty di Wim Wenders (Venezia 61. In concorso)

Future Film Festival Digital Award

Collateral, di Michael Mann (Venezia 61. Fuori concorso)

Premio “Sergio Trasatti” – Venezia Cinema (Ente dello Spettacolo)
Le chiavi di casa, di Gianni Amelio (Venezia 61. In concorso)

Premio Lanterna Magica (Cgs)
Finding Neverland, di Marc Forster (Venezia Mezzanotte)

Premio “Lina Mangiacapre”
The 3 Rooms of Melancholia, di Pirjo Honkasalo (Venezia Orizzonti)

Sono stati inoltre già annunciati nel corso della 61. Mostra i seguenti premi collaterali:

Human Rights Film Network Award
The 3 Rooms Of Melancholia di Pirjo Honkasalo (Venezia Orizzonti)
Menzione speciale a Yizo Yizo 3 di Angus Gibson, Andrew Dosunmu e Teboho Mahlatsi (Venezia Cinema Digitale – Evento)

Premio Eiuc
Yesterday, di Darrell Roodt (Venezia Orizzonti)
Menzione speciale a The 3 Rooms of Melancholia, di Pirjo Honkasalo(Venezia Orizzonti)

Leoncino d’Oro (Agiscuola)
Bin jip di Kim Ki-duk (Venezia 61. In concorso)

Premio CinemAvvenire
Miglior film del concorso Venezia 61: Le chiavi di casa di Gianni Amelio
Migliore opera prima: Tout un hiver sans feu, di Greg Zglinski (Venezia 61. In concorso).
Premio “Il cerchio non è rotondo. Cinema per la pace e la ricchezza della diversità”: Promised Land di Amos Gitai (Venezia 61. In concorso)

Premio “Francesco Pasinetti” (Sngci)
Miglior film: Le chiavi di casa, di Gianni Amelio (Venezia 61. In concorso)
Opera innovativa: Vento di terra di Vincenzo Marra (Venezia Orizzonti)
Menzione speciale: Come inguaiammo il cinema italiano. La vera storia di Franco e Ciccio (Venezia 61. Fuori concorso)
Migliore interpretazione maschile: Kim Rossi Stuart per Le chiavi di casa, di Gianni Amelio
Migliore interpretazione femminile: Valeria Bruni Tedeschi per 5×2 di François Ozon (Venezia 61. In concorso)
Menzione speciale: intero cast di La vita è breve ma la giornata è lunghissima, di Lucio Pellegrini e Gianni Zanasi (Venezia Cinema Digitale)

Premio Città di Roma – Arcobaleno Latino
Un mundo menos peor, di Alejandro Agresti (Venezia Orizzonti)

Premio Open 2004
Marziyeh Meshkini per il film Sag-haye velgard (Venezia 61. In concorso)