X FACTOR 4: Intervista ad Alessandra e Sofia

NonSoloCinema incontra le prime due eliminate dal programma

Alessandra e Sofia sono le prime eliminate da X Factor 4, entrambe erano giudate dal giudice Anna Tatangelo. Il meccanismo di eliminazione, si sa, è inesorabile, ma già essere scelti a partecipare al progranna è una grande occasione.

NonSoloCinema ha raccolto le testimonianze di Alessandra e di Sofia, per capire quali sono state le loro emozioni e come vedono ora il loro futuro.

NSC: Come vi siete sentite quando siete state scelte per partecipare a X Factor? durante il programma?

ALESSANDRA: É stato bello. É stata una fatica, ma c’è stato un percorso. Un mese di provini che mi hanno insegnato tanto. Sono emozioni forti, che ti fanno crescere. Devi sempre dare il massimo, devi stare attento a quello che dici e fai, ma continuare ad essere te stesso. Questa esperienza mi ha insegnato che è importante credere a quello che si è in modo sincero, perchè è fondamentale in questo meccanismo così potente.

SOFIA: Fortunata. É una grandissima occasione. Ti forma veramente dal punto di vista umano e profesionale.

NSC: Com’è stato collaborare con Anna Tatangelo?

ALESSANDRA: Lei è una persona che ha carattere. Purtroppo l’ho conosciuta poco, ma il dialogo c’era con lei e anche con i vocal coach. Sono stata contenta che, dopo la mia uscita, c’è stata più attenzione verso la scelta dei brani.

SOFIA: Dal punto di vista umano è stata splendida, Purtroppo non ho avuto l’opportunità di lavorarci molto. Ho lavorato di più con i vocal coach, che sono stati splendidi.

NSC: Vi aspettavate l’eliminazione all’inizio del programma?

ALESSANDRA: No, non me l’aspettavo. Ma sapevo che il brano era rischioso.

SOFIA: Assolutamente no. Me lo sarei aspettata di più la prima puntata, perchè la mia esibizione era andata peggio.

NSC: Cosa vi ha lasciato questa esperienza a X Factor, e cosa pensate vi portarà in futuro?

ALESSANDRA: Mi ha lasciato un’esperienza di vita, il confronto con un mondo diverso, lo stare in tv. É un meccanismo nuovo della musica per me. Non è facile stare sul palco con le telecamere e farlo bene. É stata una breve esperienza ma molto bella. Ho avuto la possibilità di cantare davanti a milioni di persone, non è una cosa da poco per chi vuole cantare.

SOFIA: Cosa mi porterà è un mistero. Mi sento cresciuta grazie a questa esperienza. Ho conosciuto belle persone che mi hanno aiutato a crescere dal punto di vista professionale e umano.

NSC: Cosa vi piacerebbe fare ora dal punto di vista musicale?

ALESSANDRA: Prima lavoravo già con un produttore, quindi continuerò a lavorare. Certo, sarà più difficile con i tempi, perchè saranno più lunghi, ma se c’è la voglia di fare e un gruppo affiatato le cose vengono.

SOFIA: Vorrei provare un’esperienza con un gruppo. Non mi sento una solista. Mi piacerebbe avere un pubblico che ascolta la mia musica e viene a sentirmi dal