“Z odzysku (Retrieval)” di Slawomir Fabicki

Caduta e redenzione di un bravo ragazzo nella Slesia di oggi

Il diciannovenne Wojtek ama Katya, una emigrata dall`Ucraina più grande di lui e con un figlio che lavora in Polonia, ma senza documenti. Il ragazzo é disposto a fare qualsiasi cosa per metterla in regola ed assicurarle un futuro. Per questo accetta da un personaggio ambiguo, al limite tra la malavita e la legalità, un lavoro come guardia del corpo. Ma quando Katya viene a sapere che il ragazzo sta diventando una specie di gangster sarà lei ad allontanare il ragazzo.

Z Odzysku, meglio noto col titolo internazionale Retrieval, rappresenta uno dei migliori debutti di questa XXXI edizione del Festival del Cinema polacco di Gdynia. Il film é diretto da Slawomir Fabicki, un giovane regista di Varsavia che aveva firmato nel 2001 il cortometraggio Meska spawa, meglio noto col titolo Man thing, che aveva ottenuto numerosi riconoscimenti, tra i quali una candidatura agli Oscar nella categoria dei cortometraggi.

La storia é ambientata in Slesia, nei grigi sobborghi degradati di una cittadina nei quali prospera la disoccupazione e la malavita. Durante una “missione” un vecchio, costretto ad abbandonare la sua casa, si butta dalla finestra. Dopo questo incidente, Wojtek deciderà di abbandonare il lavoro “da gangster” e per questo subirà un pestaggio da parte del suo sostituto.

Presentato a Cannes, dove ha ottenuto un riconoscimento da parte della Giuria Ecumenica, e successivamente a Toronto, il lavoro di Fabicki è certamente uno dei migliori debutti di questo festival, ma forse un po` al di sotto delle aspettative che aveva creato Meska sprawa: le scene di violenza sono un po` troppo frequenti e talvolta gratuite, ciò malgrado la sceneggiatura é ben scritta e l`impianto realistico appare solido e ben interpretato, specialmente da Antoni Pawlicki, l`attore che interpreta Wojtek.

Titolo originale: “Z Odzysku”
Regia: Slawomir Fabicki
Sceneggiatura: Slawomir Fabicki, Denijal Hasanovic, Marek Pruchniewski
Cast: Antoni Pawlicki, Nataliya Vdovina, Jacek Braciak, Micha? Filipiak, Wojciech Zieli?ski, Jerzy Trela
montaggio: Jaroslaw Kaminski
fotografia: Bogumil Gotfrejow
103`, genere: Dramma
Produzione: Polonia