Al Toniolo di Mestre per la stagione 22-23 i grandi nomi del teatro italiano

Gabriele Lavia nel Berretto a Sonagli (ph. Tommaso Lepera)

 

Sarà il musical Mamma Mia! ad inaugurare il 25 ottobre la stagione di prosa 22-23 del Teatro Toniolo: si alza il sipario con questa celebre commedia musicale portata al successo da Massimo Romeo Piparo. In scena oltre 40 artisti tra i più affermati del musical italiano, accompagnati dall’Orchestra dal vivo.

La stagione, curata dal Settore Cultura del Comune di Venezia e da Arteven, il Circuito Multidisciplinare del Veneto, porta al Toniolo 19 spettacoli con grandi nomi del teatro italiano che tornano a calcare il palcoscenico mestrino: Stefano Accorsi, Sergio Rubini, Franco Branciaroli, Paolo CalabresiArturo Cirillo, Alessandro Federico, Anna Foglietta, Chiara Francini, Gabriele Lavia, Peppino MazzottaPaola Minaccioni, Umberto Orsini, Andrea Pennacchi, Paolo Ruffini, Arianna Scommegna, Emilio Solfrizzi. Fra gli altri a Mestre ci saranno Andrea Pennacchi nel suo monologo Mio Padreappunti sulla guerra civile, e Sergio Rubini con I fratelli De Filippo, storia della famiglia d’arte italiana che per diverse generazioni (attraversando per la maggior parte il ‘900) ha espresso il meglio di una tradizione che sa guardarsi intorno e proiettarsi nel futuro. Cast tutto al femminile quello de L’attesa, con Anna Foglietta e Paola Minaccioni che, dirette da Michela Cescon, danno corpo e voce alla nobildonna Cornelia e alla sua serva Rosa, le due protagoniste della pièce.

Arlecchino Muto per Spavento

In occasione del Carnevale l’Arlecchino muto per spavento di Stivalaccio Teatro porta in scena la recitazione e il canto, la danza e il combattimento scenico, i lazzi e l’improvvisazione delle maschere della Commedia dell’Arte. Grande protagonista della storia di un’inossidabile amicizia è Stefano Accorsi in Azulgioia, furia, fede y eterno amor, mentre in Perfetti Sconosciuti, dall’omonimo film di Paolo Genovese (che firma anche la regia dell’adattamento teatrale), vedremo in scena Paolo Calabresi e Anna Ferzetti. A Mestre anche Paolo Ruffini e Massimo Ghini interpreti della versione teatrale di Quasi Amici diretta da Alberto Ferrari, autore della sceneggiatura del celebre film. Per chi ama il thriller, in calendario anche Misery, tratto dal romanzo di Stephen King, con Peppino Mazzotta e Arianna Scommegna rispettivamente nei ruoli dello scrittore e dell’ammiratrice psicopatica che lo tiene prigioniero e, per gli estimatori del grande Molière, al Toniolo approda Il Malato Immaginario interpretato da Emilio Solfrizzi.
Il programma della stagione è completato dalla danza dell’americana Parsons Dance. E ancora dalla favola per adulti Feste, spettacolo senza parole e attori con maschere (della compagnia tedesca Familie Flöz) e dalla messinscena magica e surreale di Nuda (della compagnia Finzi Pasca), composizione di un gioco acrobatico e teatrale e un’installazione di luci interattiva.
La biglietteria del Toniolo riaprirà il 6 settembre .

Chiara Francini e Alessandro Federico