Al Venice Open Stage uno scienziato divenuto leggenda, Nikola Tesla

Nuovo appuntamento con le accademie di teatro europee al Venice Open Stage in Campazzo San Sebastiano a Venezia. Lunedì 8 e martedì 9 luglio alle 21,45 la Scuola di Arte Drammatica della Facoltà di Belle Arti dell’Università Aristotele di Salonicco presenta Homesickness Blues, un’esperienza di teatro musicale, che nasce dalla voce di Maria Sarantopoulou, prima giornalista donna in Grecia, e dal suo racconto dei paesaggi e dei lavori che gli USA offrirono ai suoi occhi al tempo del suo primo viaggio in  quel paese, negli anni che  precedono la prima guerra mondiale. La trama musicale dell’opera innesta le sonorità jazz, ancora emergenti, sulla salda tradizione delle canzoni folkloristiche greche, esplorando la possibilità di un dialogo tra due culture tanto distanti. In scena un musicista e quindici performers. Mercoledì 10 luglio sempre alla stessa ora giunge a Venezia Tesla, lo spettacolo che esplora la figura del leggendario scienziato , sorta di prosecuzione artistica di Mileva, dedicato aMileva Maric, moglie di Albert Einstein. Entrambi gli allestimenti , infatti,  indagano il rapporto tra oblio e scienza La narrazione si sviluppa in due parti: nella prima, la performer Ksenija Martinović racconta il suo legame personale con Tesla; nella seconda, riviviamo le vicende tra Tesla e J.P. Morgan e gli ostacoli che il capitalismo americano frappose alla realizzazione della sua invenzione più grande, la Wardencliffe Tower . Lo spettacolo mescola narrazione, rappresentazione e performatività,trasformando Martinović in una macchina produttrice di energia. Tesla è una co-produzione di CSS Teatrostabile di innovazione del FVG e de La ContradaTeatro stabile di Trieste. Ingresso gratuito su prenotazione ai numeri +393278855509 e +393456105044.