“State Funeral” di Sergej Loznica

Era morto Stalin! Gli uni furono presi da un sentimento di dolore Era morto il grande Dio, l’idolo del ventesimo secolo, e le donne singhiozzavano…Altri vennero presi da un senso di felicità. Le...

“Pelikanblut” di Katrin Gebbe

Orizzonti, da sempre la più variegata ed eterogenea delle sezioni della Mostra del Cinema di Venezia, in questo 2019 apre con Pelikanblut, opera seconda della trentaseienne Katrin Gebbe, giovane regista tedesca alla seconda regia...

“Synonyms” di Nadav Lapid

Il trentaquattrenne regista israeliano Nadav Lapid ha vinto l’Orso d’Oro al festival di Berlino 2019 con questo film autobiografico che ha luogo a Parigi nei giorni nostri. Il testo è stato scritto dallo stesso...
sole sironi

“Sole” di Carlo Sironi

A distanza di sette anni da Cargo – suo secondo lungometraggio di fiction, in Concorso alla 69esima edizione – Carlo Sironi torna a Venezia con Sole, un’atipica e a priva vista apatica parabola sulla...

“Martin Eden” di Pietro Marcello

Martin Eden, il marinaio californiano, di Jack London rivive a Napoli nell'interpretazione intensa e febbrile di Luca Marinelli, diretto da Pietro Marcello. Poetico e politico, costruito con efficacia e sottigliezza, Martin Eden è ambientato nel...
no 7 cherry lane

“Ji Yuan Tai Qi Hao (No. 7 Cherry Lane)” di Yonfan

Unico film d’animazione in Concorso, Ji Yuan Tai Qi Hao – titolo internazionale No 7 Cherry Lane – rappresenta l’iniziazione di Yonfan a questo cinema: un pastiche visivo ricchissimo e strabordante, ricettacolo intimista di...
la vérité-copertina

“Le verità” di Kore-eda Hirokazu

Dopo la definitiva consacrazione sulla Croisette lo scorso anno, spetta a Kore-eda Hirokazu il privilegio di aprire la 76esima edizione della kermesse veneziana con La Vérité, un unicum dalle inedite coordinate geografiche e stilistiche...
mosul-carnahan

“Mosul” di Matthew Michael Carnahan

Presentato Fuori Concorso, Mosul segna l’esordio alla regia di uno degli sceneggiatori più quotati di Hollywood, Matthew Michael Carnahan – la mente dietro State of Play (2009) e World War Z (2013), per intenderci...

“Motherless Brooklyn” di Edward Norton

Edward Norton dirige, sceneggia e interpreta un ambizioso noir tratto dall'omonimo romanzo di Jonathan Lethem, pubblicato nel 1999. Dopo vent'anni dalla lettura di quel libro, dopo tanti progetti realizzati, cinque anni fa Norton ha...

“Panama Papers” di Steven Soderbergh

È incredibile come Steven Soderbergh riesca a fare film nonostante si sia ritirato dal cinema (come lui stesso ha detto circa otto anni fa), incredibile quasi come quando ha girato Haywire poche settimane dopo...

Toronto 2019