I vincitori del Festival di Karlovy Vary 2019

Alla 54esima edizione del festival ceco di Karlovy Vary i premi del concorso principale sono andati a film che dissezionano drammi palesi o lotte sotterranee all’interno di nuclei familiari problematici, mentre la sezione East...

“The Father” di Kristina Grozeva e Petar Valchanov

L’anziana Valentina è morta da poco, lasciandosi alle spalle una famiglia con troppi conti in sospeso: il figlio Pavel ha problemi di lavoro e gestisce con difficoltà la moglie incinta, ma non va molto...

“Immortal (Surematu)” di Ksenia Okhapkina

60 minuti per visitare una cittadina in provincia di Murmansk, alle estremità artiche della Federazione Russa, un tempo sede di campi di lavoro sovietici, la cui unica risorsa sono rimaste le miniere di carbone....

“My Thoughts Are Silent” di Antonio Lukic

Vadim è un giovane ucraino che per mancanza di altri termini più precisi si autodefinisce “businessman”. Egli infatti “vende le bellezze della propria patria”, e in particolare i suoni della ricca natura ucraina che...

“Nova Lituania” di Karolis Kaupinis

1938. Mentre la Germania nazista annette i Sudeti e si prepara ad invadere la Polonia, la giovane Repubblica lituana festeggia i suoi primi 20 anni di fragile esistenza, stretta nella morsa di “vicini” ben...

“A Certain Kind of Silence” di Michal Hogenauer

Una ragazza gentile e minuta arriva dalla Repubblica Ceca in una non meglio definita terra nord-europea, dove inizia un’esperienza di au-pair presso una famiglia della borghesia locale. Tutto è asettico, prestabilito, disciplinato da principi...

“Silent Days” di Pavol Pekarcik

Slovacchia, periferie cittadine, campi nomadi. Le condizioni di vita sono quelle che ci si può immaginare, fra baracche fatiscenti e servizi igienici “immaginari”, ma è proprio l’immaginazione che non manca ai ragazzini della comunità:...

“The Bull (Byk)” di Boris Akopov

1997, un conglomerato urbano della regione di Mosca. Il ventenne Anton Bykov, detto “Byk” (“Il toro”) è a capo di una banda di giovani che tira a campare tra droga e microcriminalità, finché non...

“Lara” di Jan Ole Gerster

Lara è una donna sola e cinica che si ritrova a trascorrere il giorno del suo sessantesimo compleanno vagando per Berlino e cercando in qualche modo di riallacciare i rapporti con il figlio musicista...

Karlovy Vary 2019, uno sguardo sull’edizione numero 54.

I numeri contano e gli anniversari a qualcosa servono sempre (per lo meno a ricordare), ma non è l’edizione del vivacissimo festival ceco a interessarci (la cinquantaquattresima, un numero dunque non “tondo”), ma i...

DA NON PERDERE

NEWS