Carlo Lucarelli, scrittore, nonché autore e conduttore televisivo, apre la stagione teatrale di Riccione, e la tre giorni organizzata da Riccione Teatro e Comune che si concluderà domenica 15 ottobre con la proclamazione dei vincitori della 57a edizione del Premio Riccione per il Teatro e della sua sezione per autori under 30, il Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli”. Venerdì 13 ottobre, alle 21, al Palazzo del Turismo va infatti in scena lo spettacolo Carlo Lucarelli racconta The Clash (ideazione e regia di Emiliano Visconti). Lucarelli ripercorre i suoi anni giovanili segnati dall’influenza della musica punk e in particolare dalla band che più di tutte le altre ha cambiato quel genere musicale, i Clash di Joe Strummer. Lo scrittore emiliano ne racconta la storia dal vivo con il suo stile inconfondibile, alternando alla narrazione diversi video originali della band, in un dialogo serrato tra parole, musica e immagini.

Il Premio Riccione per il Teatro è la più importante manifestazione nazionale dedicata alla drammaturgia: nel 2023 ha ricevuto anche il patrocinio del Senato della Repubblica e il premio di rappresentanza della Presidenza della Camera dei deputati. La tre giorni prosegue fino a domenica con diversi eventi gratuiti. In particolare: una masterclass della drammaturga rumena Elise Wilk (sabato, 18:00, Palazzo del Turismo); un concerto del compositore e pianista Claudio Donzelli (sabato, 21:30, Brillo – Hotel Parco); la passeggiata culturale I giardini raccontano (domenica, 9:30, partenza da Villa Mussolini, prenotazione obbligatoria allo IAT). Gran finale domenica alle 17, con le premiazioni del concorso di drammaturgia e un live conclusivo di Lorenzo Kruger e Nestor Fabbri, frontman e chitarrista dei Nobraino (prenotazione obbligatoria su Eventbrite).

La bella stagione 2023/24, il cartellone di prosa della città romagnola che Lucarelli inaugura, nei prossimi mesi porterà a Riccione artisti amati dal grande pubblico come Rocco Papaleo, Isabella Ferrari, Paola Minaccioni, Anna Foglietta, Elio Germano e Teho Teardo, Gioele Dix, Fabrizio Gifuni, Maicol & Mirco, Ambra Angiolini, Caterina Guzzanti e Federico Buffa, oltre ad autori premiati dalla critica come il duo Frosini/Timpano e Giuliano Scarpinato.