Sono due studentesse mestrine della 5^B (scientifico) del liceo Bruno Franchetti di Mestre le prime classificate nel Veneto dell’edizione 2020 del premio “David Giovani”. Dopo mille incertezze, infatti, sono state sciolte le riserve e anche alla 77Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica verrà costituita la giuria di 18enni provenienti da tutte le Regioni italiane chiamata ad assegnare fra i film in concorso il premio “Leoncino d’Oro Agiscuola”. Virginia Calvanico, che aveva concorso assieme alla compagna di classe Laura Muscardin, ne farà parte in rappresentanza di tutti gli studenti del Veneto che hanno partecipato al concorso.

A Laura Muscardin seconda classificata, invece, la grande opportunità di partecipare al Campus Cinema Scuola Giovani che si terrà a Roma tra novembre e dicembre 2020.  Il fatto che da anni ogni edizione del David Giovani vanti uno studente del liceo mestrino fra i primi due classificati documenta l’attenzione riservata dall’istituto, nella persona della referente prof. Silvia Trevisan, alla formazione degli studenti ai diversi linguaggi dell’arte, quella delle immagini in movimento compresa. Tra mille difficoltà anche nell’anno scolastico concluso a giugno è stato organizzato on line il tradizionale corso di introduzione al linguaggio cinematografico tenuto dagli esperti del Cinit Cineforum Italiano Alvise Mainardi e Tommaso Faoro.

Entrambe le studentesse hanno scelto di concorrere scrivendo la recensione dell’ultimo film di Ferzan Ozpetek, “La Dea Fortuna”.  “Per quanto riguarda la mia esperienza nel progetto David giovani devo dire che il tutto ha superato le mie aspettative iniziali, certo mi piace il cinema e mi è sempre piaciuto, come credo sia abbastanza comune nei ragazzi e ragazze della mia generazione, però non avrei mai detto di essere capace né che mi sarebbe piaciuto tanto scrivere una recensione – ci dice Virginia Calvanico –  Nonostante l’esperienza mi abbia dato tanto (e mi abbia anche messo diversi dubbi sulla mia scelta universitaria) sono rimasta fedele al mio pensiero precedente all’esperienza e resterò nell’ambito scientifico, mi sono iscritta  a settembre al test di ingresso per medicina, anche se, come prevedibile, mi sono munita di piani alternativi  B e C!” Stesso piglio anche per la 2aclassificata Laura Muscardin “Quando mi è stato proposto di aderire a questo progetto, ad ottobre 2019, ho accettato con grande piacere dato il mio forte interesse per il cinema nato tra le mura di casa, grazie alla grande passione cinematografica dei miei genitori e di mio fratello (due anni più grande di me) – ci dice Laura –  Guardare film non è mai stato un passatempo fine a sé stesso bensì un intrattenimento impegnato, un mezzo per vivere altre vite, provare forti emozioni e magari scoprire qualcosa in più sul mondo che ci circonda. In conclusione questo progetto organizzato dal Cinit è stato davvero stimolante e formativo, mi ha permesso di mettermi in gioco e provare qualcosa di nuovo, dandomi tutti gli strumenti e le conoscenze tecniche necessarie per la stesura di una recensione. A settembre mi aspetta una nuova ed emozionante avventura come studente fuori sede all’Università di Trento nel corso di Studi Internazionali (scienze politiche e relazioni internazionali)”.

Virginia Calvanico
Laura Moscardin