Il teatro di cittadinanza di Mattia Berto, attore, regista e attuale direttore artistico del Teatrino Groggia, sta mappando e raccontando da anni i luoghi di Venezia con gli occhi di chi la vive. Due giorni di laboratorio, che termineranno in una performance domenica 13 giugno alle ore 19.00 nel chiostro del Monastero di San Francesco della Vigna, durante i quali gli attori-cittadini incontreranno gli abitanti di questo magico luogo di Venezia e, insieme a loro, costruiranno un’azione da condividere con la comunità. Cercheranno l’animale guida che è dentro ognuno di loro, si chiederanno che caratteristiche possiede e che cosa può fare per i vari luoghi in cui vivono. La riflessione del regista veneziano prende ispirazione dal celebre scritto di Jorge Luis Borges “Il libro degli esseri immaginari”. Ancora una volta, un testo classico diventa spunto per un lavoro drammaturgico inedito, che mette al centro la comunità e che attraverso il teatro agisce e s’interroga. Un’esperienza unica quella di Mattia Berto, un vero e proprio processo di rigenerazione urbana in campo artistico, a casa, a Venezia, ma che sta prendendo spazio e risonanza su scala nazionale.

Per partecipare all’evento è necessario prenotare via mail a: asf.venezia@libero.it. Sono disponibili 80 posti. Chiusura delle iscrizioni: 13 Giugno ore 12.00.

Foto di copertina di Giorgia Chinellato.