Quelli del parco Regionale del Delta del Po sono luoghi dell’”altrove”, dove pare che il tempo sia sospeso, poco noti ma indimenticabili per chi li visita per la prima volta. Una preziosa opportunità di conoscere questo ”mondo”, segnato dalla contaminazione di acque dolci e salate, è stata offerta lo scorso 4 ottobre a Rosolina con l’inaugurazione del progetto “Giardino Laudato si’, ispirato all’enciclica omonima di Papa Francesco e inserito nel percorso di celebrazioni dell’Anno Speciale Laudato si’.

Il progetto del Giardino è stato presentatosu una piattaforma galleggiante sull’acqua,  nell’ambito di un evento, che ha coinvolto imprese, artigiani, scuole, parrocchie, associazioni della società civile, tutte espressioni di quel territorio. Alla presenza del Card. Peter K.A. Turkson, Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale il tenore Francesco Grollo, ha tenuto un “Concerto per l’Ecologia integrale”, accompagnato dall’Orchestra Ritmico-Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Diego Basso e sostenuto dalle voci dei cori Art Voice Academy e Opera House.

La locandina del concerto prevedeva non solo brani della tradizione cristiana ma anche notissimi pezzi del repertorio classico. Al pianoforte il maestro Francesco Sartori.

Al termine, il Card. Turkson ha inaugurato all’interno del Giardino Botanico di Porto Caleri la “Cappella Laudato si’”, progettata dall’Architetto Mario Cucinella e realizzata con la collaborazione di alcuni partner tecnici di prestigio internazionale. Hanno inframezzato le diverse esecuzioni musicali e canore alcuni interventi da parte di coloro che hanno seguito e sostenuto il progetto.