Correva l’anno 1998 quando il parco naturale Disney’s Animal Kingdom, situato appena fuori Orlando, in Florida, ha aperto i battenti.
Ora, gli spettatori di Disney+ potranno ammirare le specie animali, che soggiornano in questa riserva naturale, negli 8 episodi (dai 30 ai 40 minuti l’uno) della nuova serie prodotta da National Geographic.

A Masai giraffe on the savannah of the Harambe Wildlife Reserve. (Disney)

La voce narrante di Josh Gad (Frozen – Il Regno di Ghiaccio, Frozen 2 – Il Segreto di Arendelle) introduce il pubblico nel regno naturale, ma soprattutto nella vita quotidiana delle creature animali che vivono nel parco e del personale e degli esperti che se ne prende cura.
Quindi gli amanti della natura e del mondo animale potranno osservare, tra le tante cose: il nodulo della Leonessa che viene monitorato con costanza; la femmina di Oritteropo, new entry, fatta arrivare sperando che si accoppi con il suo simile maschio; Grace, il nuovo membro del branco dei gorilla; la supermamma giraffa Masai; l’ippopotamo Gus; uno stambecco appena nato che necessita di un intervento, …

Kamari the lioness rests on the savannah at the Harambe Wildlife Reserve. (Disney)

La serie – che verrà rilasciata da venerdì 25 settembre – utilizza una tecnologia all’avanguardia, tra cui postazioni GoPro costruite su misura, gru di oltre 5 metri e sistemi di telecamere subacquee, per mettere in evidenza la dedizione famosa in tutto il mondo, la conservazione pioneristica

Lou, the West Indian manatee, swimming at the Seas with Nemo and Friends. (Disney)

Gran parte dello spettacolo si concentra sui tentativi di riproduzione di vari animali, nel tentativo di ripopolare la loro specie. Ma viene dedicato anche spazio alla storia del parco e all’idea originaria che era alla base. È Joe Rohde, responsabile del parco, a raccontarne, appunto, la storia.

Non c’è mai un momento di noia in questa serie.
L’avventura che ci ha colpito di più? Quella del pollo Popcorn (episodio 1).