Da martedì 17 marzo il servizio streaming della Cineteca di Milano adotta un palinsesto ricco di appuntamenti settimanali per tutta la famiglia.

Ogni martedì verrà proposto un classico senza tempo dell’archivio della Cineteca di Milano nella sua versione restaurata. 

Questa settimana si inizia con I promessi sposi nella versione di Mario Bonnard del 1922. Prima fedele e integrale trasposizione cinematografica  del celebre melodramma storico di Alessandro Manzoni ambientato sulle rive del Lago di Como, un classico della letteratura italiana che, grazie al talento di messa in scena di Mario Bonnard, si trasforma in una delle massime vette qualitative e stilistiche del cinema muto italiano.

Il lungometraggio è stato appositamente restaurato dalla Cineteca di Milano e presentato con gran successo alla 37° edizione delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone, prima di essere editato in DVD nella collana i Tesori del Mic.

Online anche i tagli censura dell’edizione finale, inediti e completamente assenti dalle copie positive distribuite in Italia e nel mondo.

Tra i classici di questa settimana anche Il museo dei sogni, splendido cortometraggio il maestro e fondatore della Cineteca di Milano Luigi Comencini ricostruire la nobile missione di recupero, conservazione e salvaguardia delle preziose pellicole destinate al macero.

Il giovedì sarà il giorno dedicato ai serial cinematografici che hanno fatto scuola nelle successive evoluzioni della serialità.

Giovedì 19 marzo i primi due episodi di I Topi Grigi, serial cinematografico noir in 8 episodi con protagonista il celeberrimo delinquente/giustiziere apache Za la Mort (Emilio Ghione) e la compagna Za la Vie (Kally Sambucini), diretto dallo stesso Ghione fra il 1916 e il 1918.
Za la Mort è un criminale che segue i propri schemi morali di comportamento ed è stato alla base per gran parte dei futuri antieroi del cinema criminale, western e poliziottesco italiano.