‘IL FILO DELLE DONNE VENEXIANE – The thread of venetian women’ presentazione del video di Arte-Mide

75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, giovedì 30 agosto 2018 ore 13.00. Hotel Excelsior – Spazio della Regione del Veneto, Lido di Venezia

Il video ‘IL FILO DELLE DONNE VENEXIANE’, che sarà presentato alla 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2018, restituisce l’esperienza delle performance realizzate con il patrocinio della Regione del Veneto e della Fondazione Musei Civici, nate per il progetto ‘Il filo delle Donne Venexiane’ ideato e prodotto dall’associazione culturale Arte-Mide.

Il filo delle Donne Venexiane’ ha origine nel 2006, e parte da una ricerca artistica su Venezia alla quale partecipano professionisti internazionali impegnati in diversi ambiti. Attori, musicisti, registi, curatori, visual designer, antropologi e storici collaborano a un progetto che affonda le proprie radici nell’arte e nella cultura veneziana, per una rivalutazione della stessa che tenda a diffondere i saperi recuperati e a restituirne al tempo stesso una nuova visione.

Il video è composto da dialoghi di parola recitata, musica e immagine, tra arte medievale, moderna e contemporanea e mira a portare il visitatore a instaurare una sintonia con l’estetica veneziana attraverso un linguaggio contemporaneo. Il primo capitolo racconta le motivazioni poetiche della ricerca di Arte-Mide, ossia l’impegno di dare voce alle ‘donne venexiane’, celebri e non, e ad archetipi femminili: le merlettaie di Burano, le donne ritratte nei quadri di Ca’ Pesaro fino alla Lilith, la prima donna a riscattare la propria indipendenza dall’uomo.

La leggenda dell’alga è dedicata all’epoca della nascita del merletto da un pegno d’amore di un marinaio a una buranella, e si racconta attraverso un intreccio sonoro e visivo di dettagli di merli di architetture gotiche, da cui trae origine il nome, e i coevi merletti fatti da punti in aere. La drammaturgia e la musica composte ad hoc dalle due artiste Chiarastella Seravalle e Rachele Colombo fanno riferimento ad un racconto emico tramandato oralmente di generazione in generazione.

Nel terzo capitolo, ideato da Francesca Seravalle e montato da Massimiliano Ciammaichella, si omaggiano le rivoluzioni iniziate del novecento, incompiute e tutt’ora in corso: la rivoluzione femminile, la rivoluzione digitale attraverso un intervento di morphing sui volti: ‘Le donne di Ca’ Pesaro’. Gli occhi e i profili della Giuditta di Klimt, la sorella di Boccioni, le signorine di Casorati si fondono, rotando sul proprio asse e interagiscono capovolgendo il ruolo del quadro osservato in quadro osservante. La musica di sottofondo è di Daphne Oram, la pioniera della musica elettronica.

 

IL FILO DELLE DONNE VENEXIANE – The Thread of Venetian Women
durata:10 minuti
Arte-Mide presenta
Testo e voce di Chiarastella Seravalle Grafica/Visual di Andrea Moroni
La legenda del merletto – The legend of the lacework
Testo e voce di Chiarastella Seravalle
Musiche di Rachele Colombo
Video Morphing di Massimiliano Ciammaichella
Le donne di Ca’ Pesaro – Women from Ca’ Pesaro
Ricerca e concept di Francesca Seravalle
Video Morphing di Massimiliano Ciammaichella

 

Arte-Mide mail: info@arte-mide.com
Chiarastella Seravalle Presidente +39 338 8673547 Enrica Cavalli Responsabile progetti +39 348 0189169 Andrea Moroni consulente video