L’Orchestra di Padova e del Veneto mantiene vivo il rapporto con gli abbonati attraverso una rete di divulgazione e condivisione musicale sui canali social. Il vicepresidente OPV Paolo Giaretta ha dichiarato: «la musica può aiutare a vivere con più serenità questo momento difficile. Noi vogliamo dare un contributo nelle forme oggi possibili proponendo momenti di incontro virtuale, con l’invito a stare a casa per aiutare chi a casa non può stare». In questi giorni i profili Facebook, Instagram e Twitter dell’OPV hanno cominciato ad accogliere una serie di videoclip “all’ora del tè” che vede il Direttore musicale e artistico Marco Angius impegnato in un’originale guida all’ascolto dell’Arte della fuga di Johann Sebastian Bach, nella versione strumentale di Hermann Scherchen. L’esecuzione confluì successivamente nel disco edito dall’etichetta Stradivarius, al quale si rimanda per gli ascolti negli approfondimenti video di questi giorni. A ciascun videoclip sarà così associato un collegamento diretto a una precisa traccia audio della piattaforma Open Spotify, consultabile in qualsiasi momento. È possibile anche rivivere online le emozioni del concerto tenutosi lo scorso 15 febbraio al Teatro Sociale di Rovigo, quando l’OPV eseguì The Planets, la Suite sinfonica del compositore inglese Gustav Holst, nella versione di G. Morton, condotta dalla giovane direttrice Beatrice Venezi. Oltre all’esecuzione, la registrazione del concerto mostrerà le suggestive immagini del sistema solare che hanno accompagnato la musica in tempo reale.

Tra i contributi video programmati per il weekend, invece, figura la condivisione in esclusiva del film Sciarrino Séances, un documentario realizzato in occasione della prima edizione della serie “Lezioni di suono “che vide il compositore siciliano relatore al fianco dell’Orchestra di Padova e del veneto. Il film rievoca alcuni istanti delle prove musicali e i momenti più rappresentativi della residenza artistica OPV di Salvatore Sciarrino. Introduce il regista Denis Brotto, docente del corso di Cinema digitale dell’università di Padova. Il palinsesto digitale dell’OPV propone anche OPV Reloaded, appuntamento che si rinnoverà ogni giovedì alle ore 20.45 con la ripresa di alcuni programmi d’archivio, presentati dal maestro Angius e da alcuni degli interpreti applauditi dal vivo, e ogni domenica alle ore 12.00, con brevi ascolti che preluderanno alle nuove “Sonore Degustazioni” domenicali al Caffè Pedrocchi.

Ai piccoli ascoltatori e alle loro famiglie sono, invece, destinati i contributi di Elisabetta Garilli dedicati all’Uccello di fuoco di Stravinsky e a Giuseppe Tartini, con le anticipazioni sui contenuti del libro illustrato e dello spettacolo autunnale dedicati al grande violinista e compositore nel 250° anniversario della morte. A tutti gli amici dell’Orchestra, invece, sarà dedicata la rubrica ispirata alla celebre trasmissione “Desert Island Disc” della BBC: ciascuno avrà modo di condividere con un video-messaggio il proprio disco del cuore, la musica (non necessariamente classica) senza la quale non riuscirebbero a sopravvivere, offrendo nuove idee di ascolto – rigorosamente digitale – in questo periodo di isolamento.