Dopo il successo in diverse città d’Italia, iniziato a Roma e proseguito a Bologna, Milano, Assisi, Torino, Bari, Ancona e Frosinone si è concluso martedì 30 aprile 2019 sul palcoscenico del Teatro Goldoni di Venezia il tour dello spettacolo “Christian racconta Christian De Sica”. Nell’ambito della rassegna Dal vivo, organizzata dal Teatro Stabile del Veneto e da Veneto Jazz, il grande showman italiano ha dedicato un’intera serata al racconto della sua vita, alternando parole a canzoni, accompagnato da un’incredibile band diretta dal Maestro Marco Tiso e dal pianoforte con il Maestro Riccardo Biseo. Christian, intervistato da Pino Strabioli, ha saputo incantare il pubblico del Teatro Goldoni attraverso il ricordo dei momenti più significativi della sua carriera, ma anche della sua vita personale, ironizzando sulla figura brillante ma altalenante del padre Vittorio, sui suoi amori, sulle fortunate conoscenze e su episodi buffi del suo passato. Non solo il de Sica dei cinepanettoni di Carlo Vanzina, ma anche un abile cantante che ha saputo deliziare gli spettatori sulle note di classici della musica italiana e non: Parlami d’amore Mariù, ‘S Wonderful, New York, New York, omaggio ai grandi artisti che per primi le hanno cantate.

“Per me essere qui stasera con voi, a chiacchierare come se fossimo nel salotto di casa, è la parte più bella del mio lavoro. Quando cammino per le strade di Roma e sento urlare: “Ah Chri, vieni a farti una foto con noi!” da persone di tutte le età, mi rendo conto di quali siano le cose davvero importanti. Non solo il successo e i soldi, ma l’affetto che mi regalate ogni giorno, il motivo che mi spinge a fare sempre di meglio.”

Lacrime, emozioni e molte risate in uno spettacolo che mostra un Christian De Sica attraversare tutti i ruoli più autentici: da figlio a marito e padre, da giovane inesperto ad artista eclettico. Il suo raro talento gli consente così di “passare con leggerezza dal racconto del curioso incontro con un’attempata Wanda Osiris, al ricordo del liceo con Carlo Verdone, alternando con la sua splendida voce interpretazioni di pezzi swing italiani e stranieri con le intramontabili note di Sinatra.”