Nonostante il proseguimento dell’intensa e variegata stagione in programma per il 2020 non possa avere luogo causa Covid 19, il Teatro Universitario di Ca’ Foscari non resta con le mani in mano, e pur essendo impossibilitato a svolgere la sua funzione naturale, propone altre, inedite forme di coinvolgimento teatrale, necessariamente e rigorosamente online. Si tratta di due laboratori di drammaturgia affidati a registi e artisti che hanno già avuto modo di collaborare con la struttura dell’Ateneo veneziano.

Il primo, a cura dei geniali membri del Teatrino Giullare, si intitola La ricerca della felicità (27 aprile, 4 e 11 maggio, dalle 17:30 alle 19:30, iscrizioni chiuse il 20 aprile) e affronterà la questione della felicità dal punto di vista della scrittura teatrale, inserendosi anche in un momento storico particolare per il nostro Paese e per il genere umano tutto dopo lunghi giorni di isolamento personale. Con l’originalità che contraddistingue l’approccio ai testi di questa compagnia, sono indagati alcuni frammenti di drammaturgia contemporanea, con particolare attenzione all’universo descritto da Samuel Beckett in Giorni felici e da Davide Carnevali in Menelao: la felicità nelle parole degli autori, la felicità tra le battute dei personaggi.

Il secondo, Le mie parole saranno pugnali. L’analisi per l’azione (tutti i martedì e giovedì del mese di maggio, iscrizioni aperte fino al 27 aprile), è la prosecuzione del laboratorio sull’Amleto di Shakespeare che si è tenuto a febbraio 2020. Questa fase online è dedicata all’analisi della drammaturgia per prepararsi all’azione e sarà condotta da Luciano Colavero. Alla base del lavoro d’attore c’è l’azione. Ma come trovare l’azione all’interno di un testo scritto? Il progetto è pensato per chiarire alcuni principi utili per riconoscere nel testo le tracce dell’azione e per offrire qualche strumento che possa aiutare i partecipanti a prepararsi per agire in maniera più efficace ed espressiva.

Per iscriversi occorre inviare la propria candidatura con i dati, i recapiti, una lettera di motivazioni e un curriculum aggiornato all’indirizzo:  teatro.cafoscari@unive.it. Verranno prese in considerazione ai fini della selezione soltanto le domande dei candidati che abbiano presentato tutta la documentazione richiesta. La partecipazione è gratuita.

Per il suo Diario al tempo dell’emergenza, il Teatro di Ca’ Foscari ripropone inoltre l’intervista di Enric Bou Maqueda – professore ordinario di Letteratura spagnola a Ca’ Foscari – a Maria Paiato e Arianna Scommegna, interpreti dello spettacolo Due donne che ballano, commedia amara e profondamente ironica su solitudine e marginalità scritta da Josep Maria Benet i Jornet, il padre del teatro catalano. Lo spettacolo, per la regia di Veronica Cruciani, è andato in scena il 23 febbraio 2017 all’interno di Correlazioni – Stare al mondo, la stagione 2016/2017.

Infine, sulla pagina facebook del Teatro vengono periodicamente pubblicati alcuni suggerimenti di letture teatrali proposte direttamente dal teatro o da chi ha voluto partecipare inviando un proprio contributo all’indirizzo teatro.cafoscari@unive.it.