Dopo campi, calli, case, palazzi e alberghi di Venezia, i laboratori di teatro di cittadinanza ideati dal regista Mattia Berto per il Teatro Stabile del Veneto, ripartono dal vivo sulle vie d’acqua della città lagunare.

Ideato per proseguire il percorso di sperimentazione delle arti performative con gli abitanti della città di Venezia tra i 25 e i 70 anni di età, il progetto di teatro di cittadinanza U-tòpi-a-Venezia si svilupperà in due laboratori in programma dal 21 ottobre al 28 aprile al Teatro Goldoni per un massimo di 15 iscritti, nel rispetto delle disposizioni anti Covid-19. Le performance andranno invece in scena a partire da dicembre sulle vie d’acqua della laguna con il coinvolgimento di alcune società canottiere cittadine. Il filo conduttore di questo nuovo percorso sarà il tema dell’utopia, caro a poeti, scrittori, filosofi e artisti. Un percorso che muoverà le sue prime mosse a partire dai testi di Voltaire, Campanella fino alla Repubblica di Platone: protagonisti ancora una volta i cittadini, invitati a portare in campo, attraverso il teatro, il loro vissuto autobiografico e il loro sguardo sulla città di Venezia.

Le iscrizioni per partecipare ai laboratori sono aperte dal 14 ottobre, scrivendo una mail a:  laboratori.teatrogoldoni@teatrostabileveneto.it.

Foto di Giorgia Chinellato