La Bottega Cadorin

Una dinastia di artisti veneziani a Palazzo Fortuny

Lo straordinario patrimonio artistico e storico della famiglia Cadorin – testimonianza dell’intensa attività di almeno tre generazioni di artisti, architetti, musicisti e fotografi attivi a Venezia tra Ottocento e Novecento – è al centro del nuovo progetto espositivo che la Fondazione Musei Civici di Venezia propone a Palazzo Fortuny durante la stagione invernale.

Nata da un’idea di Daniela Ferretti, responsabile del museo veneziano, La Bottega Cadorin. Una dinastia di artisti veneziani presenta dal 26 novembre 2016 al 27 marzo 2017, lungo i monumentali e suggestivi ambienti di Palazzo Pesaro degli Orfei, oltre duecento opere selezionate sotto la prestigiosa direzione di Jean Clair, accademico di Francia e grande amico di famiglia.

Un percorso espositivo in grado di evocare e documentare non solo il fascino degli atelier di una ‘dinastia di artisti’, quale fu a tutti gli effetti questa famiglia – degna erede delle grandi ‘botteghe’ d’arte della Serenissima – ma anche il vivace contesto intellettuale della città di Venezia tra Otto e Novecento. Ciò che affiora è uno straordinario intreccio di vite poste sotto l’egida dell’Arte – dallo scultore Vincenzo al fotografo Augusto Tivoli, dai liutai Fiorini, all’architetto Brenno del Giudice per giungere fino ai pittori Guido Cadorin, Livia Tivoli, Ida Barbarigo e Zoran Music – un vero e proprio ‘patrimonio’ da valorizzare e non disperdere.

La mostra è accompagnata da un catalogo prodotto dalla Fondazione Musei Civici di Venezia, con saggi di Jean Clair, Laura Bossi Regnier, Valerio Terraroli, Silvia Carminati, Ester Brunet, Monique Cadorin, Marco Vallora.

 

La Bottega Cadorin

Una dinastia di artisti veneziani

Venezia, Palazzo Fortuny

26 novembre 2016 – 27 marzo 2017