L’incisore Livio Ceschin alla galleria Sturzo di Mestre

Incisione di Livio Ceschin
Incisione di Livio Ceschin

Sabato 15 dicembre, alle 17,30 si inaugura, presso la Galleria “Luigi Sturzo” di Venezia Mestre, la mostra di grafica d’arte Luoghi e paesaggi di Livio Ceschin, considerato uno dei maggiori incisori italiani contemporanei.

Il titolo della mostra è lo stesso di una raccolta di testi in prosa dedicati da Andrea Zanzotto al paesaggio, Luoghi e paesaggi (a cura di M. Giancotti), Bompiani 2013. Le riflessioni estetiche di Zanzotto sull’idea di paesaggio in cui l’uomo e la natura interagiscono e si confrontano, nonostante l’impatto sempre più invasivo del primo sulla seconda, sono condivise da Ceschin che, sin dagli anni Novanta, ha avvertito l’esigenza di affrontare questo tema, indagandolo con le tecniche dell’acquaforte e dell’uso della puntasecca. L’artista ha esposto le sue opere in mostre collettive in Italia e all’estero, e in numerose personali allestite presso gallerie e centri specializzati nell’incisione. Negli anni ha stretto rapporti di amicizia con poeti e scrittori, pubblicando (dal 1999 al 2013) Edizioni d’Arte con sue incisioni e testi di Novella Cantarutti, Silvio Ramat, Andrea Zanzotto, Mario Luzi, Mario Rigoni Stern, Pierluigi Cappello, Mauro Corona e altri. L’Istituto Nazionale per la Grafica a Roma, nel 2013, e il Museo Rembrandt di Amsterdam, nel 2014, gli hanno dedicato due importanti mostre. Vive e lavora a Montebelluna (TV)

La mostra, promossa dall’Associazione culturale “La Fornace” e allestita a cura di Luigi Faraon, sarà aperta (ad eccezione di Natale e Santo Stefano) fino al 30 dicembre, nei giorni feriali dalle 17 alle 19 e nei festivi dalle 10 alle 12,30.

Per ulteriori informazioni sull’artista: www.concilioeuropeodellarte.org