Arriva su Prime Video la serie Little Fires Everywhere con protagoniste Reese Witherspoon e Kerry Washington, che hanno preso parte al progetto anche in veste di produttrici esecutive. Trasmessa da HULU (servizio in streaming, acquisito mesi fa da The Walt Disney Company), tratta dall‘omonimo romanzo di Celeste Ng (pubblicato in Italia da Bollati Boringhieri), la serie tv è composta da 8 episodi.

La storia è ambientata nel 1998, nell’idilliaco, e proprio per questo spaventoso, sobborgo di Shaker Heights, Cleveland, in Ohio. Il primo episodio inizia con Mrs Richardson – Elena – (Witherspoon) in piedi, paralizzata davanti alla sua villa invasa dalle fiamme; parte poi il flashback, che porterà a scoprire, nei 4 mesi precedenti (con episodi dedicati alla tardo adolescenza delle protagoniste) cosa è successo.

Se avete letto il romanzo, non aspettatevi una fedeltà assoluta. Da Liz Tigelaar, la showrunner e produttrice esecutiva, insieme agli sceneggiatori che hanno adattato il libro, ha previsto qualche sorpresa, che tutto sommato con il linguaggio “seriale” non stona affatto.

 

«A dire il vero, spero che il finale un po’ diverso rispetto al romanzo, abbia aggiunto ancora più complessità – afferma la Tigelaar – nel romanzo, il lettore conosce fin dalla prima l’autore dell’incendio. A noi piaceva l’idea di creare mistero, soprattutto di non dare subito una risposta».

Veniamo alla trama. Il romanzo, come la serie, esplora temi come maternità, razza e classe attraverso il rapporto antagonistico tra Elena Richardson e Mia Warren (Kerry Washington). Donna in carriera con una famiglia perfetta la prima; madre artista, sempre on the road con figlia al seguito la seconda. Nel corso degli 8 episodi, si viene a sgretolare l’apparenza mostruosamente impostata e costruita della prima e vengono a galla i segreti della seconda.

Dal 22 maggio Prime Video metterà in scena questo dramma dai molti colpi di scena e intrecci.