Lo studente Emilio Dalla Torre nella giuria del premio “Leoncino d’oro David Giovani” alla 76° Mostra del Cinema di Venezia

I corsi di introduzione al linguaggio cinematografico promossi dal Cinit e dal Cineforum Mestre al liceo Bruno Franchetti di Mestre per il terzo anno scolastico consecutivo hanno favorito l’emergere di nuovi talenti. Nel 2018 era stata la volta di Valeria Sitzia, quest’anno è toccato ad Emilio Dalla Torre, studente 18enne della classe II C indirizzo classico dell’istituto Bruno Franchetti di Mestre, essere selezionato, ex -aequo con un suo coetaneo di Verona, fra tutti gli studenti del Veneto che hanno partecipato al concorso nazionale “Leoncino d’oro David Giovani” con la recensione di un film uscito nella stagione cinematografica appena conclusa. Emilio rappresenterà il Veneto come giurato del premio Leoncino d’oro, anche quest’anno assegnato dal’Agiscuola in occasione della 76a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Emilio è stata premiato per il suo elaborato sul film “Notti magiche” di Paolo Virzì. La recensione può essere letta al seguente link. Quella per il cinema è una passione cui Emilio si avvicina in casa “Il cinema è sempre stato un elemento che ha fortemente caratterizzato la mia formazione, sono stato educato a film di livello sin da molto piccolo dall’instancabile passione di mia madre, grande amante del cinema” dichiara il giovane studente, che coltiva in ambito extrascolastico anche altri interessi come il tennis e la musica: suona, infatti, il pianoforte. “Il corso di introduzione al linguaggio cinematgrafico, tenuto da  Giovanni Stigliano, Tommaso Faoro e Alvise Mainardi mi è servito soprattuto per approfondire aspetti tecnici del film che avevo in precedenza ignorato” conclude Emilio, che pensa che il suo futuro di studente universitario possa essere a Giurisprudenza.

Emilio Dalla Torre