mercoledì, settembre 18, 2019

“#Female Pleasure” di Barbara Miller

Da ormia quasi trent'anni il Locarno Festival vanta una sezione, la Semaine de la Critique, interamente dedicata al documentario in tutte le sue forme, da quello di denuncia sociale al naturalistico, dal biografico all'inchiesta. Sebbene in questa 29ma edizione...

“Ray & Liz” di Richard Billingham

É un'opera prima l'unico film britannico presentrato all'interno del concorso internazionale del 70° Festival di Locarno, il grottesco dramma familiare Ray & Liz. A firmarla però è un artista già affermato in un altro campo,...

“Where are you, João Gilberto?” di Georges Gachot

Il giorno dopo l'apertura ufficiale prendono il via anche le sezioni minori di Locarno 71, tra cui la solita, intramontabile Panorama Suisse, una categoria certo di rilevanza mediatica quasi nulla, rispetto a tutto il...

“Yara” di Abbas Fahdel

Dopo il successo di tre anni fa con l'acclamato documentario Homeland: Iraq Anno Zero, il regista iracheno Abbas Fahdel torna a presentare un film all'interno del concorso internazionale del Festival di Locarno, scegliendo però di ambientarlo non più...

“A land imagined” di Yeo Siew Hua

Non sentivamo parlare di lui da un considerevole lasso di tempo, ma, facendoci gradita sorpresa, Yeo Siew Hua ritorna dietro la macchina da presa per il suo secondo lungometraggio, dopo In the house of straw...

“Coincoin et les z’inhumains” di Bruno Dumont

Dumont, qui a Locarno per ritirare il Pardo d'Onore della 71esima edizione, non solo viene onorato con una retrospettiva che vede nuove proiezioni per La vie de Jesus, L'humanité, e Jeannette, l'enfance de Jeanne d'Arc,...
genese

“Genèse” di Philippe Lesage

Terzo film di fiction del documentarista canadese Philippe Lesage, Genèse continua il percorso autobiografico tracciato dai precedenti I demoni (2015) e Copenhague A Love Story (2016), confrontandosi con le pene che accompagnano la transizione...
L'epoque

“L’Époque” di Matthieu Bareyre

Documentario solo di nome, L’Époque è il perfetto esempio di come un cineasta che si professi vicino al cinema del reale – quale è lo stesso Matthieu Bareyre di cui il film in questione...
tarde para morir joven

“Tarde para morir joven” di Dominga Sotomayor

Prima delle due pellicole dell’America Latina di questo Concorso Internazionale, Tarde para morir joven è il terzo lungometraggio della cilena Dominga Sotomayor – per la prima volta a Locarno –, che attingendo alla materia...
sembra mio figlio

“Sembra mio figlio” di Costanza Quatriglio

Presentato Fuori Concorso, Sembra mio figlio segna il ritorno al cinema di finzione di Costanza Quatriglio – L’isola (2003), 87 ore (2015) –, in cui la vicenda personale di emigrazione e riscatto di due...

Locarno 2018