“Mia Martini – Io sono Mia” di Riccardo Donna

Sceneggiato da Monica Rametta, diretto da Riccardo Donna, con la consulenza di Loredana e Olivia Bertè, Mia Martini – Io sono Mia ripercorre circa vent’anni della vita di un’interprete, un’icona immortale, che con il suo anticonformismo, il suo charme e la sua voce ha riempito il cuore di milioni di persone.
Dalla fine degli Anni 60 all’esibizione a Sanremo nel 1989 con Almeno tu nell’universo, dagli inizi con il Jazz al primo contratto con una casa discografica a Padre Davvero e ai testi di Bruni Lauzi, Franco Califano e Ivano Fossati, dall’operazione ai noduli alle corde vocali al ritorno in sala di incisione con una voce nuova: l’ascesa e la caduta di Mia – Domenica Mimì Bertè – Martini, donna non facile, ma dotata di estrema sensibilità, in cerca del vero amore, decisa a non scendere a compromessi commerciali.

Il pretesto narrativo, da cui si snodano vari flashback per raccontare la storia di Mimì (poi Mia come Mia Farrow per esigenze del suo produttore discografico), è l’intervista rilasciata a una giornalista di Epoca (Lucia Mascino) in occasione del ritorno a Sanremo nel 1989 dopo aver detto addio alle scene. Dai ricordi di Mia, il nastro si riavvolge indietro: dagli esordi fino a Sanremo nel 1982 con E non finisce mica il cielo, quando ritornò dopo l’intervento alle corde vocali.
Produce Luca Barbarossa, con la Rai, distribuisce Nexo Digital in quasi 300 sale e dopo il Festival di Sanremo 2019 andrà in onda su Rai 1. Non perdete questa biografia commovente, potente e solida nel dare un’immagina dell’umanità di Mia Martina, donna in cerca del grande amore, massacrata dalle maldicenze – ancora oggi pare folle – che le avevano buttato addosso: porta sfortuna! La voce di successi irripetibili, interprete di brani che hanno segnato la storia della musica italiana, dopo i primi successi, non veniva invitata in programmi televisivi, le radio non passavano le sue canzoni perché avevano messo in giro la voce che portasse iella.

Il suo successo non le è stato perdonato con una cattiveria. “Sono questi anni coraggiosi e rivoluzionari, io penso quasi più di oggi, in cui la donna rivendica un ruolo e una dignità in una società che continua ad alimentare stereotipi e esclusioni, anche in un mondo che dovrebbe essere più aperto e libero come quello della canzone e dello spettacolo. Nel suo caso si aggiungeuno stigma infamante, un rituale tribale di esclusione” sono le parole di Eleonora Andreatta, Direttore di Rai Fiction.

Serena Rossi, la voce delle Principesse Disney, dà il volto a Mia Martini. Le canzoni sono stata riadattate per la sua estensione vocale. L’attrice e cantante, che ha studiato, letto, passato mesi a guardare i video, ha colto l’essenza di Mia Martini. Quella che vedrete in questo film non è un’imitazione, ma un’interpretazione di Mia Martini. Serena Rossi con grande intuito e con l’aiuto delle inquadrature di Riccardo Donna, ha il merito e il pregio di riuscire a commuovere per la sua spontaneità e bravura, appassionata, delicata e spontanea nel rapportarsi con un “mito”.

Con dovizia di particolari, Serena Rossi si è calata nei tantissimi look di Mia Martini, sono state ricreate anche le copertine dei 45 giri con il suo volto. In questa biografia, che volutamente vuole essere nazional-popolare, accessibile a tutti, che vuole raccontare i sentimenti di questa donna, mancano due persone che sono state fondamentali nella sua vita: Renato Zero e Ivano Fossati. Lorendana Bertè ha detto che hanno chiesto espressamente di non essere citati. Comunque all’inizio della storia compare un amico estroso e affettuoso che ricorda Zero; e l’amore con Andrea, fotografo di professione, si ispira alla grande storia d’amore con Fossati.
Non perdete l’occasione di commuovervi con Mia Martini – Io sono Mia.

 

 

 

Titolo originale: Mia Martini – Io sono Mia

Nazione: Italia
Anno: 2018
Genere: Biografico
Durata: 110′
Regia: Riccardo Donna
Cast: Serena Rossi, Maurizio Lastrico, Lucia Mascino, Dajana Roncione, Antonio Gerardi, Nina Torresi, Daniele Mariani, Francesca Turrini, Fabrizio Coniglio, Gioia Spaziani, Duccio Camerini, Simone Gandolfo, Corrado Invernizzi, Edoardo Pesce
Produzione: Eliseo Fiction, Rai Fiction
Distribuzione: Nexo Digital
Data di uscita: 14 Gennaio 2019 (cinema)