“Neruda” di Pablo Larraín

Quando il Cinema illumina la Poesia

neruda

 E’ il 1948 e la Guerra Fredda è arrivata anche in Cile. Al congresso, il Senatore Pablo Neruda (Luis Gnecco) accusa il governo di tradire il Partito Comunista e rapidamente viene messo sotto accusa dal Presidente Gonzalez Videla (Alfredo Castro). Il Prefetto della Polizia, Oscar Peluchonneau (Gael García Bernal), viene incaricato di arrestare il poeta. Inizia così un’ossessiva caccia all’uomo da parte del prefetto che sta diventando un gioco per Neruda.

1240460_neru.pngIl poeta lussurioso e perseguitato, infatti, lascia precisi indizi enigmatici al poliziotto implacabile; e chi sia il gatto e chi il topo è tutto da vedere.Neruda in fuga con la moglie, la pittrice Delia del Carril (Mercedes Morán), viene braccato da  Peluchonneau. Nel frattempo, in Europa, cresce la leggenda del poeta inseguito dal poliziotto, e alcuni artisti capitanati da Pablo Picasso iniziano a invocare la libertà per Neruda.

neruda_11Eppure Neruda vede questa battaglia contro Peluchonneau, che inseguimento dopo inseguimento sta diventando la sua nemesi, un’opportunità per reinventare se stesso, come simbolo di libertà e di cultura. Traendo ispirazione dai drammatici eventi della sua vita di fuggitivo, Neruda scrive la sua epica raccolta di poesie, “Canto General”. Il regista Pablo Larraín e lo sceneggiatore Guillermo Calderon (Il Club) realizzano un piccolo grande gioiello del cinema. Geniale nell’ironia acuta e imprevedibile, filosofico nell’indagare la fisionomia di un Paese attraverso le sue fazioni opposte – non ci sono eroi senza cattivi e il cattivo deve la sua ragione d’essere all’eroe – Neruda è un film dall’originalità visionaria.
Larraín, regista complesso ed eversivo nei suo percorso privo di convenzionalità, abbatte i confini del biopic. Nerudneruda_14-1030x686a è una rappresentazione da brivido, piena di inventiva che medita vertiginosamente su una corda tesa. E sotto la corda non c’è una una rete, ma uno specchio che riflette da una parte Storia e dall’altra la Leggenda, perché per
tutta la sua durata, il film si diverte meticolosamente a giocare
con realismo e finzione.

Titolo originale: Neruda
Nazione: Argentina, Cile, Spagna, Francia
Anno: 2016
Genere: Drammatico
Durata: 107′
Regia: Pablo Larraín
Cast: Gael García Bernal, Luis Gnecco, Mercedes Morán, Pablo Derqui,
Produzione: AZ Films, Casting del Sur, Fabula
Distribuzione: Good Films
Data di uscita: 13 Ottobre 2016 (cinema)