Dal 22 al 31 marzo avrà luogo a Padova e ad Abano Terme un’edizione molto ricca ed interessante.

Detour è un appuntamento giunto alla 7. Edizione, organizzato dall’associazione culturale Cinerama, diretto dal regista Marco Segato e presieduto dal produttore Francesco Bonsembiante. Quest’anno i giorni del festival passano da sei a nove per il coinvolgimento del Comune di Abano Terme, località che ospiterà i primi tre giorni di kermesse, mentre gli altri si svolgeranno a Padova.

Detour sarà un luogo di incontro e confronto sul tema del viaggio con la proiezione di film inediti, di eventi speciali, di concerti, incontri e laboratori. In primo piano c’è il concorso internazionale con 8 film provenienti da tutto il mondo inediti in Italia. Tra questi da segnalare l’opera diretta dalla giovane regista padovana Martina Melilli “My Home, in Lybia” dove l’autrice accompagna lo spettatore in un viaggio nella memoria della Libia italiana dove viveva il nonno Antonio, ma è anche l’occasione per raccontare la Tripoli di oggi vista attraverso lo sguardo di un ragazzo libico.

Ma tra i titoli in concorso il viaggio continua in latitudini diverse come in “Takara – La nuit où j’ai nagé”, già presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, che racconta il viaggio di un bambino in un paesino giapponese avvolto dall’inverno per consegnare al padre un disegno da lui realizzato. In una dimensione europea sono, invece, il film della Repubblica Ceca “Winters Flies” un divertente film sull’amicizia e sul desiderio adolescenziale di sentirsi vivi, mentre dalla Polonia arriva “Fugue”, presentato all’ultimo Festival di Cannes, che porta sul grande schermo l’emozionante viaggio di una donna che, dimenticata la propria identità, deve confrontarsi con la sua vecchia vita. Da citare, inoltre, la splendida interpretazione di Sandrine Bonnaire protagonista del film francese “Prendre le large” dove interpreta una donna che per mantenere il proprio posto di lavoro accetta il trasferimento in Marocco. E a Tangeri incontrerà un ambiente inizialmente ostile, ma che poi le offrirà la possibilità di dare una svolta alla sua vita. La Giuria che deciderà i premi di Detour è formata dall’attrice e cantante francese Nabiha Akkari, dallo scrittore Romolo Bugaro e dal direttore della fotografia Alessandro Pesci.

Dal 22 al 24 il festival sarà ad Abano Terme con una serie di eventi speciali, proiezioni e masterclass. Spicca inizialmente la proiezione di “Scappo da casa” film attualmente in uscita con la presenza del regista Enrico Lando e del protagonista Aldo Baglio, componente del mitico trio Aldo, Giovanni e Giacomo. Il giorno successivo ci sarà una lezione speciale di sceneggiatura con Umberto Contarello, sceneggiatore del premio Oscar “La grande bellezza” e di grandi autori come Carlo Mazzacurati, Gabriele Salvatores e Gianni Amelio. Da segnalare, inoltre, la presenza di Barbora Bobulova che accompagna il suo “Saremo giovani e bellissimi” e quella di Valerio Mastrandrea e Chiara Martegiani, protagonisti di “Ride”.

Tra gli eventi speciali della manifestazione si possono ricordare la presenza di Silvio Soldini che presenterà il suo documentario “Treno di parole” e anche quella del regista padovano Mario Brenta che in coppia con Karine De Villers saranno al Detour con “Il sorriso del gatto”. Da segnalare anche una chicca inedita, l’anteprima di “Gorbachev”, una lunga intervista che Werner Herzog ha fatto all’ex leader sovietico, un uomo che davvero cambiò il corso della storia.