Quei “dannati romantici” di Andrea Baffoni

In un libro edito da Fabrizio Fabbri i grandi artisti dalla “vita spericolata”

“Se volessimo circoscrivere il termine ‘romantico’ nel perimetro di una univoca definizione, scopriremmo quanto un simile tentativo sia inopportuno, data la vastità di esperienze e situazioni che esso mette in atto. Più in generale possiamo individuare nei romantici i poeti del vivere, gli ossessionati dalla libertà che abbandonano il buonsenso per inseguire un sogno. I folli esploratori, o contrari all’idea di normalità, quelli contesi tra ragione e sentimento che, pur sapendo di cadere, sceglieranno sempre la seconda strada. Ma sono anche quelli il cui lieto fine si nasconde dietro il sipario della tragedia, ostinati a sfidare l’impossibile in bilico tra la vita e la morte e dominati continuamente dal demone dell’inquietudine”.

E’ questa la premessa che Andrea Baffoni, nel suo denso libro Dannati romantici. Da Géricault a Ligabue, edito da Fabrizio Fabbri Editore, ci propone per addentrarci nel suo ultimo libro, di cui sono protagonisti Théodore Géricault, Vincent van Gogh, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Nicolas de Staël, Amedeo Modigliani, Mark Rothko, Antonio Ligabue: sette artisti e sette vite al limite; protagonisti della storia, accomunati da esperienze tragiche, liberi oltre ogni cosa. Furono artisti, divennero leggende.

Geniali e sgangherati, ridotti in cenere dall’istinto e in perenne battaglia col proprio demone. E proprio quest’ultimo, il demone, unisce tali esperienze. Un’entità nascosta, pronta a colpire, a sottomettere la volontà della preda ma anche a spingerla verso gli spazi infiniti dell’immaginazione. Il demone che ha la sembianza dell’amore. Amore per la vita, per le sensazioni: insaziabile, ossessionato dalla natura, dal corpo, dai colori. È questa la strada che questo intenso e rigoroso volume segue per raccontare le vite di tali spiriti inquieti, definiti ogni oltre cosa “romantici”, perché incapaci di assecondare la ragione di fronte al sentimento. Consapevoli d’inseguire un sogno fino a caderci dentro. Irrazionali perché irrazionale è l’arte stessa. Un’avventura tragica e sublime. Un incedere emotivo, solitario ma non compiuto in solitudine. Ebbero mogli, amanti, fratelli: tutti travolti e irrimediabilmente risucchiati dal vortice di un’insana follia artistica.

Questo denso volume ne traccia i percorsi attraverso un linguaggio discorsivo e supportato da puntuali fonti bibliografiche. Svela il senso della battaglia interiore mostrando le dinamiche del totale abbandono all’estasi creativa. Sette narrazioni, a compendio delle quali si accostano due capitoli di approfondimento: il primo, in apertura, riguarda lo specifico tema della “lotta col demone”, il cui spunto arriva dall’omonimo saggio pubblicato nel 1925 dallo scrittore viennese Stefan Zweig. Il secondo, in chiusura, è incentrato sulla figura femminile, analizzando l’incidenza della donna nelle storie di queste anime sognanti.
Si svelano così i meccanismi interiori da cui presero vita i commoventi dipinti di Modigliani o le bestie feroci di Ligabue. Si scopre in che modo certi sconvolgimenti dell’anima originarono capolavori come La notte stellata di van Gogh, La zattera della Medusa di Géricault o Il Quarto Stato di Pellizza. Si capisce la voglia smisurata d’infinito che generò i profondi orizzonti di de Staël o le magnifiche astrazioni di Rothko. Fu l’impulso della creatività, la lotta appassionata e travGériolgente con la vita e l’impossibilità di frenare il bruciante desiderio di affrontare pienamente ogni singola emozione.

Andrea Baffoni è storico e critico d’arte. Curatore indipendente e giornalista pubblicista, con Fabrizio Fabbri Editore ha pubblicato numerosi saggi in cataloghi di mostre istituzionali e nel 2012 la monografia Adele Galeotti Rasetti. Vita e opere di un’allieva di Giovanni Fattori. Esperto di Futurismo e neo-avanguardie, nel 2015 ha pubblicato con l’editore Lantana (Roma) il volume “Contro ogni reazione” Enrico Prampolini teorico e promotore artistico. Dal 2016 dirige la rivista “Contemporart”.