Per il nono weekend consecutivo i Teatri del Nordest propongono in streaming su Youtube il meglio delle loro produzioni per gli spettatori virtuali di “Una stagione sul sofà”Quattro spettacoli diversi nel genere e nei temi affrontati dove protagonisti sono il caso, il mito, il paradosso e l’attesa elementi che in qualche modo si ritrovano e si intrecciano nelle storie prodotte dai Teatri Stabili del Veneto, Bolzano, Friuli Venezia Giulia e Sloveno.“ Lo strano caso della notte di San Lorenzo”, la produzione  dello Stabile di Bolzano scritta e diretta da Roberto Cavosi, in programma venerdì 22 maggio alle 20, prende liberamente spunto da un fatto di cronaca nera realmente accaduto.

L’assassinio della giovane Karin Heller, trovata morta sulla spiaggia di Caorle diventa pretesto per  un Twin Peaks teatrale legato alla provincia  .Cosa sia  possibile  oggi raccontare ancora dei poemi omerici  ce lo esemplifica “Omero non piange” la nuova produzione del Teatro Stabile del Veneto, format curato da Teatro Boxer, diretto da Marco Segato durante le settimane di lockdown e pronta a debuttare in prima assoluta su YouTube sabato 23 maggio (20.00).

Un video racconto diviso in due episodi dedicato ad Omero e alle sue opere, in cui, guidati dalla voce di Andrea Pennacchi, accompagnato dalle musiche di Giorgio Gobbo e dai disegni di Vittorio Bustaffa, ci si addentrerà nell’Iliade e nell’Odissea. Il primo episodio dedicato all’Iliade è una costola di “Eroi” spettacolo nato molti anni fa, con la regia di Mirko Artuso, finalista al Premio off 2011 del Teatro Stabile del Veneto. Il secondo, dedicato all’Odissea sarà un nuovo racconto, che muoverà i primi passi via web, nella speranza di camminare su di un palco. Domenica 24 maggio (ore 18.00) il Teatro Stabile Sloveno proseguirà con una nuova proposta legata ai grandi classici della letteratura teatrale slovena, in questo caso con un outsider dall’aura “maledetta” come Slavko Grum e il suo “Avvenimento nella città di Goga.” L’atmosfera asfissiante della periferia, le chiacchere della gente, l’evento sepolto dal silenzio di un luogo dove non accade mai niente, ma dove il mormorio dietro le persiane è costante. Lo spettacolo è sottotitolato in italiano.

A chiudere il weekend, domenica 23 maggio (ore 20.00)”Un’indimenticabile serata” spettacolo divertente e raffinato, prodotto dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, con una lunga storia costellata di successi e tournée. Una storia che nasce dall’intuizione registica di Antonio Calenda e dal talento ineguagliabile di una delle più originali attrici del panorama italiano, Piera Degli Esposti. Nel 1996 il regista – vero cultore di Achille Campanile, cui ha dedicato numerosi spettacoli –  fa sua l’idea che l’umorismo di Achille Campanile sarebbe risultato amplificato da un’interprete donna e coinvolge Piera Degli Esposti. Un “io narrante” femminile dunque, per un collage che, senza un particolare percorso narrativo, concatena musica, poesia, gioco d’equivoci, gusto per l’assurdo.